Home Municipi Municipio XI

Scontro aperto sul destino del Circolo Pd della Magliana

Il M5s denuncia scorrettezze nell'utilizzo dei locali, ma da Circolo Culturale Palmiro Togliatti ribattono: “Feroce attacco del M5S che vuole smantellare esperienze sociali e culturali non allineate”

SHARE

MUNICIPIO XI – È in discussione in Municipio XI un atto che ha come tema la concessione degli spazi al Circolo Pd di Magliana in via Vaiano. La questione ha una certa valenza soprattutto a fronte delle numerose polemiche degli ultimi anni in merito ai costi sostenuti dai circoli politici nella Capitale. Vicende finite in più occasioni al centro delle cronache cittadine e che tutt’ora risultano essere un fenomeno difficile da sanare.

LA VICENDA – È il M5s locale in questo caso ad aver portato la questione all’attenzione del Consiglio Municipale, con un atto che prende le mosse da un documento del dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative di Roma Capitale. La questione è stata spiegata attraverso un post apparso sulla pagina locale del movimento: “A seguito di controlli da parte del Gruppo Sicurezza Sociale ed Urbana della Polizia di Roma Capitale, si è scoperto che la sede del PD Magliana usava i locali che erano stati dati in concessione ad un associazione Culturale “Palmiro Togliatti” potendo cosi usufruire dello sconto riservato alle associazioni di carattere culturale e sociale – si legge – Infatti pagavano l’affitto dei locali il 20% del canone di mercato. Soldi che venivano a mancare nelle casse comunali, ovvero nelle tasche di tutti i cittadini”.

DAL DIPARTIMENTO – Accuse durissime, che sembrano essere avvalorate dal documento del Dipartimento, nel quale si legge che “si diffida il Circolo Culturale Palmiro Togliatti a lasciare libero da persone e cose il locale – e ancora – in caso di inottemperanza a quanto richiesto si procederà allo sgombero forzoso con conseguente recupero coattivo delle spese sostenute dall’Amministrazione a carico del Circolo”. A fronte di questo i consiglieri del M5s puntano il dito contro gli esponenti locali del Pd, chiedendo il pagamento anche degli arretrati: “Da quanti anni c’è in quei locali la sezione del PD Magliana? Quando hanno intenzione di pagare i soldi a Roma Capitale? Quando lasceranno i locali? Quando pagheranno?”. Sempre nel documento del Dipartimento, postato sulla pagina Facebook del M5s, si ricostruisce la storia dell’assegnazione dei locali di via Vaiano. Nel 2002 i locali sarebbero stati concessi al Circolo Culturale Palmiro Togliatti per lo svolgimento, si legge, di attività socio culturali. Questo affidamento aveva una durata di sei anni, poi rinnovato nel 2009. Inoltre rientrando all’interno dell’Art. 7 Lett. B della Deliberazione 5625/83, il Circolo ha corrisposto al Comune un canone d’affitto ridotto al 20% rispetto al mercato. Questo proprio per le attività di carattere sociale e di interesse generale che si sarebbero dovute svolgere, diverse da quelle di un circolo politico.

L’ATTO – Intanto i grillini del Municipio XI hanno portato in Aula un documento che chiede la verifica del ‘rilascio del locale’ e il recupero delle somme ‘relative al titolo di canone. Oltre ad ulteriori indagini per ottenere il pagamento di arretrati e la verifica da parte del Dipartimento degli altri locali di proprietà pubblica presenti sul territorio municipale, questo per “per verificare l’eventuale uso illegittimo da parte di Partiti Politici”.

LA REPLICA – Non è tardata la replica da parte degli esponenti locali del Pd. In particolare è il Circolo Palmiro Togliatti a parlare di questa vicenda: “Venerdì scorso abbiamo ricevuto una lettera dal Dipartimento, che stiamo valutando insieme ai nostri avvocati. Il Circolo Culturale Palmiro Togliatti ha ottenuto una regolare concessione, operando al servizio del territorio e pagando quanto dovuto – spiegano – Nonostante questo, siamo stati oggetto di un feroce attacco del M5S che evidentemente vuole smantellare qualsiasi esperienza sociale e culturale non “allineata”. Questo tentativo che si sta ripetendo in tutta la città, basti pensare all’offensiva nei confronti della Casa Internazionale delle Donne, è sintomatico di una concezione pericolosa dell’amministrazione. Continueremo a lottare a stare al fianco dei cittadini della Magliana”. Anche il Segretario locale del Pd, Gianluca Lanzi, ha commentato la vicenda in corso a Magliana: “Il Partito Democratico non ha ricevuto alcuna comunicazione da parte di Roma Capitale in merito alla vicenda del Circolo Culturale Palmiro Togliatti. Il M5S anche in questa occasione dimostra le sue uniche capacità: disinformare e diffamare. Il PD, prima i DS e prima ancora il PCI hanno fatto politica nel quartiere  per cinquant’anni in modo onesto, pulito e appassionato, lottando per migliorare le condizioni di vita della Magliana, per la casa, le scuole, i trasporti, le aree verdi e i servizi pubblici – conclude Lanzi – Se questo dovesse rivelarsi un tentativo di cancellare la storia e le voci libere di questo quartiere, ricordiamo che non ha mai avuto successo: non ci sono riusciti i fascisti, non ci riusciranno i grillini”.

Leonardo Mancini