Home Municipi Municipio XI

Stadio della Roma: l’opposizione in Municipio XI chiede conto delle richieste sulla mobilità

SHARE
sotpasso magliana ospedale sgBattista

Veloccia (PD): “L’adeguamento di via della Magliana è opera propedeutica o accessoria all’edificazione?”

LA PARTECIPAZIONE DEI TERRITORI – In attesa che la Conferenza dei Servizi regionale sullo Stadio della Roma e sul Business Park di Tor di Valle prenda il via, dopo i ritardi dovuti all’invio di ulteriore documentazione da parte del Comune di Roma, dai territori si continua a discutere sul nodo mobilità. Lo fa in una nota il Consigliere PD in Municipio XI, Maurizio Veloccia, richiamando le osservazioni sul progetto già avanzate nella scorsa consiliatura.

IL PARERE DEI PARLAMENTINI – La prima delle richieste è la partecipazione dei due Municipi interessati (il IX e l’XI) alla Conferenza regionale, principalmente per assicurarsi che quanto richiesto dai parlamentini sia stato effettivamente recepito: “Già nel 2015 – afferma Veloccia – scrissi agli assessori di Comune e Regione sottoponendo questa richiesta; è fondamentale infatti che le istituzioni locali, che furono interessate nelle fasi di istruttoria della delibera iniziale sullo Stadio, siano nuovamente convocate affinchè si verifichi che le prescrizioni all’epoca indicate siano state effettivamente recepite”.

L’ADEGUAMENTO DI VIA DELLA MAGLIANA – Una delle richieste più sentite in termini di mobilità per Municipio XI riguardava l’adeguamento di via della Magliana, con l’allargamento del sottopasso all’altezza dell’ospedale S.Giovanni Battista. “Questo intervento – ricorda il consigliere Veloccia – è di fondamentale importanza per garantire che l’attuale strozzatura di via della Magliana all’altezza di via Candoni venga risolta, a maggior ragione poiché l’asse Magliana costituirà un nuovo afflusso viario verso lo Stadio e i nuovi uffici che vi sorgeranno a fianco”. La richiesta avanzata formalmente dal Consiglio del Municipio XI venne inserita nella Delibera votata dall’Assemblea Capitolina. Ma ad oggi, seguita Veloccia, “non è chiaro se l’opera sia considerata come propedeutica all’edificazione o sia derubricata come opera “accessoria” da realizzare successivamente. In questo caso, ovviamente, le conseguenze per la già assai provata mobilità del quadrante Parco de Medici/Magliana, sarebbero assolutamente negative”.

ANALIZZARE IL PROGETTO – Dal PD municipale arriva quindi l’appello indirizzato al Presidente Toreli e all’Assessore Capitolino, Paolo Berdini, di farsi interpreti di queste richieste, così come “alla Commissione Urbanistica Municipale di acquisire le carte trasmesse in Regione affinchè si possano studiare sia da parte dei consiglieri, sia da parte dell’osservatorio inter-municipale che l’assessore Caudo istituì con associazioni e comitati di quartiere e che ha fatto un lavoro puntuale – conclude Veloccia – redigendo una relazione che spero venga acquisita in sede di conferenza dei servizi e sia oggetto di valutazione dei tecnici”.

LeMa