Home Municipi Municipio XI

Via dei Papareschi: incendio accanto a due scuole

SHARE
papareschi

Brucia un villino abbandonato vicino a due scuole. Ancora un brutto episodio che mette a rischio i residenti di Marconi.


 

Mercoledì 25 maggio, in via dei Papareschi, si è sviluppato un incendio che è stato spento soltanto grazie all’intervento tempestivo di tre squadre di vigili del fuoco. Il Presidente del Municipio Roma XV Gianni Paris, ha scritto una lettera all’Assessore Corsini per sollecitare la soluzione della vicenda: “Ancora un grave episodio è avvenuto a Marconi che ha messo in pericolo la salute dei residenti – dichiara Paris – Il fumo tossico ha destato grande preoccupazione e i bambini sono potuti entrare a scuola solo a condizione che le finestre delle aule fossero ben serrate. La responsabilità di questo incendio, l’ennesimo episodio che avviene in quell’edificio, è tutta da addebitarsi ai ritardi della Giunta Alemanno che, a causa del suo immobilismo, impedisce di risolvere definitivamente il problema della mancata riqualificazione di quest’area”. Il Piano d’Area Marconi-Ostiense infatti, già da quattro anni, dà la possibilità all’Amministrazione comunale di riconoscere alla proprietà la compensazione edificatoria in altro Piano Urbanistico della città a fronte, in questo caso, della demolizione di due immobili e della realizzazione su quest’area di servizi pubblici. Ma oggi tutto è fermo, perchè il Campidoglio non ha ancora individuato una nuova locazione nella quale trasferire le cubature. “Il palazzetto incendiato dolosamente in via dei Papareschi è pericolante – racconta Augusto Santori, Consigliere Pdl del Municipio Roma XV e membro della Commissione Lavori Pubblici e Manutenzione Urbana – La struttura è di proprietà privata e occorre sollecitare le pratiche urbanistiche di compensazione, considerato che sarà fondamentale nel più breve tempo possibile procedere a una messa in sicurezza della stessa, anche attraverso una sua demolizione se necessario. Gli incendi appiccati dolosamente dai nomadi nelle strutture che vengono sgomberate sono una triste realtà e una grave forma di ritorsione nei confronti dei costanti programmi di sgombero che la giunta Alemanno sta portando avanti”. La necessità di procedere alla messa in sicurezza della zona e di formulare una seria politica di gestione dei campi nomadi ha raggiunto l’Amministrazione centrale, per trovare con urgenza una soluzione a una situazione diventata da troppo tempo insostenibile. “Da sempre la vigilanza, la manutenzione e la sicurezza di un’immobile privato spettano alla proprietà. Quindi è del tutto strumentale e fuori luogo addebitare responsabilità alla Giunta Alemanno – spiega Federico Rocca, consigliere Pdl del Comune di Roma – Si fa presto a dire dal Municipio XV ‘noi abbiamo approvato un progetto di riqualificazione dell’area in accordo con il proprietario’. Detto così tutto bene, ma dietro c’è il solito inghippo: salvo che il Comune di Roma trovi una nuova area dove il privato possa trasferire le cubature. Non è una cosa semplice poiché il Nuovo Piano Regolatore, regalatoci dalla precedente amministrazione, prevede milioni di metri cubi da ricollocare e questo gli esponenti del centro sinistra lo sanno molto bene, visto che è stata opera loro. Quello che si può fare è obbligare il privato a vigilare sulla sua proprietà, nel frattempo gli uffici valuteranno la possibilità di trovare un’area alternativa. Quindi richiamo tutti al senso di responsabilità perché non si può accendere una miccia e metterla in mano ad una altro pensando di aver fatto il proprio compitino: mi riferisco ovviamente al Municipio che ha approvato un progetto sapendo che mancava ben altro per poterlo realizzare. Ma se gli basta questo per stare con la coscienza a posto facciano pure, la responsabilità di un amministratore è un’altra, è quella di trovare soluzioni concrete e fattibili, noi ci adopereremo per questo”. “L’incendio di via dei Papareschi 20 mette a nudo l’inconsistenza della Giunta Alemanno, che continua a ripetere che è tutto sotto controllo, mentre gli episodi come questo non fanno che smentire tutto ciò – dichiara Dario Nanni, consigliere Pd del Comune di Roma, Vicepresidente della Commissione sicurezza, della Commissione lavori pubblici e membro della Commissione urbanistica – A questo punto, visto l’immobilismo del Sindaco e della sua Giunta, presenterò un’interrogazione urgente per chiedere quali siano gli impedimenti, se mai ce ne fossero, che precludono al Governo cittadino di risolvere questa delicata vicenda, che da una parte eviterebbe di generare situazioni pericolose per i cittadini e dall’altra permetterebbe di realizzare spazi fruibili per gli stessi”.

Ilaria Campodonico