Home Municipi Municipio XI

Via Ramazzini: Fdi festeggia la chiusura dell’Hub per migranti

La chiusura avverrà nelle prossime settimane, ma intanto i consiglieri di Fdi parlano di una ‘battaglia vinta’

SHARE
tendopoli ramazzini alto

VIA RAMAZZINI – Non sono mancate le reazioni alla notizia, diramata dalla Croce Rossa, della chiusura dell’Hub per migranti di via Ramazzini, nel quartiere di Monteverde. La struttura è aperta dal giugno del 2016 e, come dichiarato dalla CRI, “Con il trasferimento di queste ore degli ultimi 66 ospiti dell’Hub di via Ramazzini la struttura sarà chiusa – si legge nella nota – Ce lo ha comunicato la Prefettura di Roma “essendo venute meno le ragioni di urgenza” che lo avevano reso necessario. L’Hub di via Ramazzini, centro di primissima accoglienza, aperto a giugno del 2016, ampliato nel successivo mese di luglio fino a raggiungere la capacità di accoglienza di 400 persone, ha ospitato dalla sua apertura ad oggi circa 3500 persone richiedenti asilo provenienti dagli sbarchi sulle nostra coste”.

LE REAZIONI – Dall’opposizione in Municipio XII i consiglieri di Fdi parlano della chiusura dell’Hub ricordando le numerose segnalazioni e richieste fatte nel corso di questi mesi: “Una battaglia che ci ha visto protagonisti fin dall’inizio insieme a Fabrizio Santori con denunce, esposti e manifestazioni. Questo hub, il primo in pieno centro cittadino, ha visto transitare sul territorio di Monteverde oltre 7000 migranti – 3500 secondo i dati forniti dalla CRI Ndr – che hanno contribuito a accrescere il degrado e l’insicurezza di questo territorio – spiegano i consiglieri Marco Giudici e Giovanni Picone – Insieme a noi, un intero quartiere costretto inevitabilmente a cambiare abitudini di vita oggi festeggia la chiusura di questo centro che rappresenta un’esperienza fallimentare lontana da ogni politica di integrazione e caratterizzata da tensioni, paure ed allarme sociale, per via di scelte cieche imposte dall’alto”.

DAL MUNICIPIO XI – Sono sempre gli esponenti di Fdi, ma questa volta del confinante Municipio XI, a prendere parola sula chiusura annunciata dalla CRI. In una nota il consigliere municipale Valerio Garipoli e il responsabile enti locali, Federico Rocca. “Finalmente dopo un anno di proteste e mobilitazioni è prossimo alla chiusura l’Hub di Via Ramazzini – aggiungono – Sinceramente non ci sentiamo di ringraziare nessuno visto che la stessa ha generato non poche criticità alla zona e ai residenti. Riteniamo l’atto dovuto e ribadiamo la necessità che le strutture socio-sanitarie nazionali debbano sempre ed in primis dare delle risposte umanitarie a situazioni emergenziali dei nuclei cittadini italiani e non a fenomeni di immigrazione, più o meno legali, che hanno interessato il Paese e la città di Roma”. Sempre dal Municipio XI, il consigliere di Fdi, Daniele Catalano, ha poi aggiunto: “Una battaglia che non abbiamo mai esitato, insieme al consigliere regionale Fabrizio Santori, a portare avanti in nome della sicurezza del territorio e dei cittadini. Le zone limitrofe al centro d’accoglienza del Municipio XI hanno subito in tutti questi mesi questa convivenza forzata, che non ha portato altro che disagio e abbassamento del grado di (in)sicurezza per le strade del quartiere. Il centro di accoglienza in questo lasso temporale ha anche arrecato un vero e proprio disagio anche dal punto di vista commerciale, visto che molti degli ospiti si recavano frequentemente presso il mercato Portuense – Vigna Pia, facendo di conseguenza desistere i clienti abituali della zona, intimiditi dai numerosi gruppi che si riversavano nel mercato”.