Home Municipi Municipio XII

Bravetta: fermo il cantiere del mercato di via dei Capasso

A marzo la consegna dell'area ma da agosto i lavori si sono interrotti

SHARE

Tratto da Urlo n.161 Ottobre 2018

BRAVETTA – Sembra un cantiere fermo quello del mercato di via dei Capasso. Dopo anni di attesa finalmente il 2 marzo era stata consegnata l’area all’Edilar, la ditta che si sarebbe dovuta occupare della realizzazione dell’opera. La gara era stata indetta nel 2016 dalla passata Giunta municipale e aggiudicata lo stesso anno, ma una serie di problemi, alcuni di natura legale, altri derivanti da varie richieste di varianti da parte del Genio Civile, più alcuni intoppi di ordine amministrativo, avevano ritardato la consegna del cantiere alla ditta vincitrice. Nonostante questo, finalmente l’opera sembrava avviata. A marzo, a darne annuncio, era stata la stessa Presidente del Municipio, Silvia Crescimanno. Nella stessa occasione, informava che le opere si sarebbero concluse entro il 25 febbraio 2019. Siamo a ottobre inoltrato però, il cantiere è fermo e lo stato di avanzamento delle opere non è al punto in cui ci si aspetterebbe per un intervento per il quale i lavori sono iniziati più di sei mesi fa e che dovrebbe vedere conclusione tra quattro mesi.

L’ITER PASSATO – Sono anni che il quadrante attende l’opera che dovrà ospitare gli operatori che attualmente svolgono la propria attività a piazza Visconti (una sede dichiarata ormai da tempo impropria, ndr). Il nuovo mercato, secondo il progetto, dovrà essere costituito da 16 banchi e 40 posti auto. Esso sorgerà sopra a un Pup (a oggi incompleto, a causa del fallimento della ditta che lo stava costruendo, ndr). Per finanziare l’opera inizialmente si sarebbero dovuti impiegare gli oneri derivanti dalla costruzione del parcheggio, ma da subito fu evidente la necessità di individuarne altri. Furono varie le ipotesi al vaglio, poi accantonate. La somma necessaria per l’edificazione del nuovo mercato venne individuata nel 2011: si tratta di 1 milione di euro, dei quali 800mila sarebbero stati destinati al progetto e alla costruzione del nuovo plateatico e la restante parte per la riqualificazione della piazza attuale sede del mercato. In assenza di un progetto, però, i 200mila euro sono stati svincolati, ci raccontava il Consigliere municipale Elio Tomassetti (Pd) a marzo scorso, e spostati anch’essi su via dei Capasso perché con i fondi previsti inizialmente non sarebbe riuscito a coprire la spesa.

IL MUNICIPIO – Oggi, però, il cantiere sembra immobile. Abbiamo chiesto delucidazioni sulla situazione a Emilio Acernese, Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XII, che ci ha confermato che i lavori sono fermi. Per questa ragione e per fare chiarezza sulle motivazioni di tale stop, Acernese ha affermato di aver chiesto spiegazioni al SIMU (Dipartimento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici di Roma Capitale, competente in materia): “Ho chiesto un incontro urgente all’Assessore per comprendere cosa stia succedendo”. Sarà la riunione a chiarire le motivazioni del fermo, al momento in cui scriviamo a noi di Urlo non conosciute.

CANTIERE FERMO – La conferma del fatto che al momento nessuno stia lavorando per portare avanti l’opera, attesa da tempo dai cittadini del quadrante, è arrivata anche da Tomassetti, che ci ha detto: “Ci sono voluti due anni per giungere alla consegna dell’area che è avvenuta a inizio marzo. I primi due mesi i lavori non sono partiti. La ditta aveva dichiarato che avrebbe impiegato circa un mese e mezzo per cantierizzare la zona”. Le opere, seguita il politico “dopo un paio di mesi sono effettivamente iniziate. Di lì a meno di un mese però la presenza degli operai sul cantiere si è ridotta fino a interrompersi completamente da metà agosto. Credo che Dipartimento e Municipio debbano insistere affinché i lavori vadano avanti e siano portati a termine nei tempi prestabiliti, mentre invece non stanno facendo nulla”, ha denunciato duro il Consigliere. Hanno commentato la questione anche Giovanni Picone e Marco Giudici, Consiglieri in Municipio XII per la Lega, che hanno detto: “Nonostante le promesse sull’avvio dei lavori e sulla realizzazione entro febbraio 2019, le opere per l’edificazione del nuovo mercato sono inspiegabilmente ferme da diverse settimane. I cittadini si chiedono da tempo il perché di tanta mala gestione e abbandono da parte del Municipio XII e del M5S. Sono state spinte in fondo al cassetto anche le nostre richieste di fare chiarezza sui fondi disponibili per la riqualificazione di piazza Visconti. Una vera vergogna grillina per tutto il quartiere Bravetta”, concludono.

Anna Paola Tortora