Home Municipi Municipio XII

Colli Portuensi: riparte il servizio al parco di piazza Merolli

Dopo 3 mesi riapre il parco e le sue attività dedicate ai più piccoli

SHARE

Tratto da Urlo n.162 Novembre 2018

COLLI PORTUENSI – Ha finalmente ripreso la sua attività il servizio, svolto presso il parco di piazza Merolli, che si era interrotto per tre mesi a causa del mancato affidamento dell’appalto per la sua gestione, dopo la conclusione della precedente esperienza, terminata a luglio scorso. A rimanere chiuso in questo periodo è stato anche il parco all’interno del quale erano svolte le attività. A dare notizia della riapertura dell’area è la stessa Presidente del Municipio, Silvia Crescimanno: “Al termine di regolare procedura di gara, è stato finalmente definito l’affidamento del servizio ‘Il Giardino incantato’ in piazza Merolli, una nuova iniziativa a favore dei minori che andrà a sostituire, anche alla luce di una valutazione delle passate esperienze, il servizio precedentemente attivo, cessato nel luglio scorso”.

IL BANDO E LE TEMPISTICHE – Sono state molte nei mesi passati le polemiche derivanti dalla chiusura al pubblico del parco in assenza di un soggetto gestore che subentrasse al passato concessionario, per questo Silvia Crescimanno ha tenuto a chiarire alcuni aspetti della vicenda: “La procedura (il bando per l’individuazione del nuovo soggetto, ndr) ha avuto inizio nel mese di febbraio 2018. Le valutazioni delle offerte sono terminate nel mese di luglio; conseguentemente sono iniziate le verifiche, dovute per legge, sul soggetto vincitore, fase conclusasi nel mese di settembre”. Il bando è stato quindi assegnato in via definitiva il 27 settembre scorso, “alla ATS costituita tra Acli Provinciali di Roma e Il Trattore Coop. Sociale a r.l. cui è stato richiesto di consegnare le dovute garanzie fideiussorie e polizze assicurative”. Questi documenti sono stati prodotti dopo circa 2 settimane rendendo così possibile la consegna dell’area”. La Presidente, in riferimento al periodo di inattività che ha attraversato l’area, ha tenuto a precisare che gli uffici e il Municipio hanno operato per garantire l’inizio del nuovo servizio in tempi rapidi, “avviando le procedure circa 5 mesi prima del termine di scadenza di quello in essere. La complessità delle procedure di legge e impreviste tempistiche della fase di valutazione delle offerte e/o di acquisizione della documentazione, non dipendenti dagli uffici, hanno causato uno slittamento dei tempi. Speriamo che il nuovo progetto incontrerà il gradimento e l’apprezzamento dei bambini e delle loro famiglie”.

LE ATTIVITÁ PREVISTE – All’interno dell’area, ci dice Paolo d’Eugenio, Assessore alle Politiche Sociali del Municipio XII, “verranno organizzati laboratori didattico-educativi, attività di sostegno alla genitorialità (come uno spazio baby, attività di supporto pre e post-natale), assistenza compiti, biblioteca-mediateca, eventi culturali e ludici in occasione di festività (come ad esempio Natale, Carnevale…)”. Sono questi, in sintesi, continua l’Assessore, “i servizi affidati e che avranno progressivamente avvio”. Le attività previste saranno gratuite, conclude, “per un totale di circa 30 ore settimanali di attività”.

I RITARDI – La questione, “fatta di ritardi ed errori che non hanno consentito al parco di piazza Merolli di rimanere aperto e a disposizione di tutte le famiglie del quadrante Colli Portuensi”, dicono Giovanni Picone e Marco Giudici, Consiglieri per la Lega in Municipio XII, “è stata da noi seguita sin dal primo momento. Per questo possiamo annunciare che è grazie agli input ricevuti dai cittadini, dalle associazioni, dai Comitati di Quartiere, sostenuti dalla nostra costante attività, che riapre l’area verde di piazza Merolli”. Finalmente, seguitano i consiglieri, “bambini, genitori e nonni del quartiere avranno di nuovo uno spazio storico che solo questa amministrazione municipale è riuscita a far chiudere per così tanto tempo. Fortunatamente ci siamo noi e continueremo a essere le sentinelle dei cittadini contro la sciatteria del M5S, che invece di rendere più efficienti i servizi, li sta chiudendo uno ad uno”.

SERVIZI A CONFRONTO – “Quello spazio è rimasto inutilizzato per molto tempo e non è l’unico esempio a Roma”, ha commentato Cristina Maltese, ex Presidente del Municipio, oggi Capogruppo Pd all’opposizione municipale, che ha poi precisato: “Noi avevamo pensato a uno spazio baby, creato anche per genitori e nonni, per provare a creare un sistema integrato tra luoghi di questo tipo e i nidi, moduli diversi quindi che potessero rispondere a differenti esigenze. Era un servizio molto gradito. Con quello nuovo il M5S non sta costruendo niente di innovativo rispetto a quello che già era previsto, facendolo peraltro anche in modo meno efficiente, a mio parere. Il tempo della concessione inoltre è inferiore, quindi con meno stabilità, continuità e progettazione del servizio”.

Anna Paola Tortora