Home Municipi Municipio XII

Discarica di Malagrotta: domato l’incendio nel deposito di CDR

I Vigili del Fuoco domano le fiamme in poche ore, ma restano le polemiche sulla serie di incendi che hanno coinvolto il quadrante

SHARE

L’INCENDIO –  Quella di ieri è stata una giornata di tensione per i residenti della Valle di Galeria, iniziata quando è stata diffusa la notizia di un rogo scoppiato all’interno della discarica di Malagrotta. Ad essere coinvolto dalle fiamme è stato un deposito di rifiuti in via di Malagrotta 257, dove ha sede la E.Giovi, consorziata del Co. La. Ri. Sul posto hanno operato tre squadre dei Vigili del Fuoco, monitorando la situazione anche durante la notte per scongiurare il pericolo di nuovi focolai. La struttura in cui sono scoppiate le fiamme sarebbe un capannone 60X30 contenente balle di CDR (combustibile da rifiuti) destinate ad essere inviate agli inceneritori.

LA NOTA DELLA SOCIETÀ – Sulla vicenda è immediatamente stata diramata una nota del commissario straordinario di Colari-E.Giovi Luigi Palumbo, che precisa come il rogo abbia interessato “la fossa di stoccaggio del Cdr a Malagrotta – sottolineando che – i presidi antincendio installati presso gli impianti di Malagrotta e tenuti in condizioni di piena efficienza sono immediatamente entrati in funzione ed hanno prontamente domato l’incendio”.

OTTICA DI QUADRANTE – Nonostante l’incendio nella struttura di Malagrotta sia stato domato in tempi brevi e senza particolari danni, non mancano le polemiche sul numero elevato di fenomeni simili riscontrato nelle ultime settimane. “Dopo i molteplici incendi dolosi di questa estate su tutto il territorio e gli ultimi casi a Pomezia e Magliana presso la Eco x e presso l’ex centro Buffetti – afferma in una nota il capogruppo di Fdi in Municipio XI, Valerio Garipoli – non possiamo più permetterci di mettere in pericolo la salute dei cittadini e la sicurezza dei residenti. Andremo a fondo – conclude Garipoli – con un’ulteriore accesso agli atti in Regione Lazio e qualora necessario un esposto in Procura affinché tali casi non siano davvero il disegno e piano ben organizzato di qualcuno per destabilizzare l’intero Municipio XI”.

RIFERIRE IN AULA – Richieste di maggiore chiarezza in merito ai fatti degli ultimi giorni arrivano anche dai due consiglieri di Fdi in Municipio XII e XI, Giovanni Picone e Daniele Catalano, che chiedono ai rispettivi minisindaci di riferire in Aula: “Inutile sottolineare come la natura di questo incendio desti qualche sospetto vista la vicinanza in termini temporali a quelli verificatisi a Pomezia presso la Eco x e presso l’ex centro Buffetti nel cuore della Magliana nei giorni scorsi. Sappiamo tutti quanto potenzialmente l’incendio presso il sito di rifiuti di Malagrotta possa essere pericoloso per la salute dei cittadini, ed in virtù di questo principio chiederemo – ai presidenti Crescimanno e Torelli Ndr – di riferire in aula il prima possibile sulle conseguenze che questo incendio può innescare sul territorio”.

UN NUOVO ROGO – Intanto mentre si spegnevano le fiamme nell’area di Malagrotta è un nuovo incendio a non dare pace al Municipio XI. Il rogo, nel quale sono state coinvolte alcune autovetture, è divampato nella notte in via Lari nel quartiere di Magliana. “Dopo gli episodi della scorsa estate nei quartieri del Trullo, Colle del Sole, Muratella e la stessa Magliana – ribadisce Garipoli – e gli ultimi episodi di Pomezia e Malagrotta il Municipio XI rivive un vero e proprio periodo di insicurezza, degrado e carente attenzione da parte della Maggioranza del M5S sul territorio”. La richiesta avanzata dal capogruppo di Fdi è chiara: “Richiediamo al Presidente Torelli un Consiglio Straordinario sulla sicurezza per predisporre un piano serio assieme alle forze dell’ordine di ogni grado per arginare definitivamente questa piaga che affligge oramai da troppi mesi i nostri territori”.

LeMa

SHARE