Home Municipi Municipio XII

IL PRESIDENTE BELLINI RISPONDE ALLE DOMANDE DI URLO

SHARE
FabioBellini2002

Incontriamo il Presidente Bellini per approfondire alcuni dei temi che più hanno interessato il XVI Municipio negli ultimi mesi.

Presidente, iniziamo dalla questione Porta Portese, che da diverso tempo è al centro delle polemiche sia fra le varie parti politiche che tra i cittadini. Attualmente qual è la situazione?

Su Porta Portese abbiamo lanciato un allarme nel giugno dello scorso anno. All’epoca furono ridotti ,infatti, i vigili impiegati sull’area del mercato. Partimmo con 180 vigili per scendere progressivamente a 110 e con Alemanno si è arrivati fino a 60. Ad oggi ci siamo assestati sulle 83 unità. Questo per quel che riguarda il controllo dell’area, poi, c’è la questione abusivi. Ci sono 730 operatori autorizzati mentre gli abusivi abituali sono 700 – 800. La situazione va tenuta sotto controllo. L’ideale sarebbe individuare una o due zone adatte a collocare queste persone, anche perché con il mercato in queste condizioni i cittadini ne sono ostaggi. L’amministrazione comunale dovrebbe decidere il da farsi, ma ciò non sta avvenendo.

Un altro discorso di interesse nell’ultimo periodo è stato quello relativo a Forte Bravetta. Che aspettative avete su un’area così importante dal punto di vista storico e per i cittadini?

L’area è passata formalmente in mano al Comune il 29 aprile. Si sono aperte varie polemiche poiché i cittadini avevano paura che diventasse presidio dell’AMA, cosa che è stata scongiurata e ora l’azienda è lì solo per ripulire. Il Forte dovrà diventare un centro di largo coinvolgimento, che interessi università, istituzioni, comitati, circoli, il tutto per i cittadini. Bisogna tener presente che è un luogo legato alla memoria: è, infatti, il monumento della Resistenza romana. I cittadini, molto affezionati a tutta la Valle dei Casali, aspettano con ansia la riapertura per poter finalmente vivere il Forte.

A che punto è, invece, la situazione del gassificatore di Malagrotta?

Il gassificatore è ancora in fase di prova, gli accertamenti formali stanno proseguendo. Pochi giorni fa il direttore della discarica ha annunciato che inizierà la rinaturalizzazione dei lotti non utilizzati. Quello che chiediamo è la riapertura di un’altra discarica e la chiusura progressiva di Malagrotta. È importante superare il problema perché come al solito pagano solo i cittadini. Vogliamo che Roma, che comunque non  rischia una situazione di emergenza tipo Napoli, stia tranquilla ma contemporaneamente vogliamo che i cittadini possano vivere sereni. L’amministrazione comunale non ha speso un euro di 15 milioni stanziati per monitorare l’impatto ambientale sulla zona e nelle acque.
In un momento in cui, vista la crisi, la cultura ha sempre maggiori difficoltà, la vostra attenzione rimane sempre alta. Spesso, però, siete criticati.
Le critiche sono incredibili. Alla giornata in onore di Giorgio Caproni c’erano, tra gli altri, un grande poeta e Nicky Nicolai che sono venuti senza compenso. Le polemiche sono strumentali. Se altri decidono di sottovalutare l’importanza della cultura non è un nostro problema, ma per noi l’uomo, che è un essere pensante, si caratterizza anche per l’interesse culturale.

Per concludere un commento sul bilancio.

Per quel che riguarda il bilancio siamo all’assurdo. Non ci sono stati tagli e questo è vero, ma si devono fare i conti con la realtà. C’è stato anche un incremento ma la cosa che sta accadendo è che il 75% dei finanziamenti è andato agli 8 municipi di centro destra, mentre il 25% agli 11 di centro sinistra. Inoltre, il Municipio di destra che ha preso meno soldi, ne ha presi comunque più del primo di sinistra. Tutto ciò è incredibile. Il governatore della città non può favorire i propri colori.

Andrea Falaschi

Urloweb.com