Home Municipi Municipio XII

Malagrotta, dibattito aperto

SHARE
Malagrotta1

Cerroni e Santori intervengono sulla questione Malagrotta

Omniroma – In relazione alle dichiarazioni del Consigliere PDL del XV Municipio Augusto Santori, Manlio Cerroni, presidente Colari «precisa che le stesse sono destituite di qualsivoglia fondamento. Nessuna nube, infatti, si è sprigionata nei pressi del gassificatore come è confermato dal monitoraggio video in continuo, registrato e a disposizione di tutti. Ma vi è di più. A Malagrotta è regolarmente in funzione una centralina di rilevamento dati della qualità dell’aria, che risultano essere più che positivi e ben al di sotto dei limiti previsti dalle normative di legge e che sono quotidianamente trasmessi dall’emittente Romauno, insieme ai dati delle altre 12 centraline Arpa installate a Roma, e consultabili sul sito www.romauno.tv nella rubrica ‘qualità dell’aria a Romà. «In considerazione della infondatezza e natura palesemente diffamatoria delle notizie riportate – dice la nota – si è già provveduto a dare incarico al nostro legale per la doverosa tutela, nelle competenti sedi, dell’immagine e degli interessi del Gruppo Colari.»

Replica Augusto Santori ad Urloweb.com: “Non comprendiamo le dichiarazioni stizzite e il nervosismo dell’Avv. Cerroni in merito alla denuncia pubblica espressa dal sottoscritto, che vuole esclusivamente dare ragione e voce alle quotidiane preoccupazioni di centinaia di residenti della Valle Galeria e dell’intera città nel momento in cui sono in fase di sperimentazione le attività dell’unico gassificatore presente in città. Naturalmente, il nostro non è affatto l’appello a un privato, che persegue i propri interesse, ma alle Istituzioni affinché garantiscano ordinariamente il rispetto di tutte le condizioni normative previste, nonché il diritto dei cittadini a un’informazione terza, lontana da tutto quanto può svolgere per proprio conto un privato. Rimango inoltre esterrefatto di come certe grandi realtà preferiscano fare appello a continue minacce di natura legale, di cui tengo a sottolineare l’inefficacia se dovessero avere come obiettivo ultimo quello di intimidire l’attività di un consigliere nello svolgere delle proprie dovute funzioni di rappresentanza del territorio e dei suoi residenti”.