Home Municipi Municipio XII

Monteverde, area verde Quattro Venti: partiti i lavori

Al via le opere nella parte sud. Intanto il Comune stanzia di nuovo i 150mila euro persi a dicembre

SHARE

MONTEVERDE – A metà febbraio sono iniziati i lavori di riqualificazione nella parte sud dell’area verde Quattro Venti. Contemporaneamente, negli stessi giorni, il Dipartimento Tutela Ambientale capitolino ha messo a disposizione nuovamente ulteriori fondi, 150mila euro, per interventi di manutenzione sull’intera area, dopo che in precedenza, lo scorso anno, la stessa cifra non era stata impiegata e quindi persa.

LA STORIA – Le opere di recupero iniziate il mese scorso, attese da tempo, arrivano dopo mesi travagliati. Prima di giungere a questo risultato si è infatti dovuta attendere l’acquisizione ufficiale dell’area, di proprietà di Ferrovie dello Stato, da parte del Comune di Roma, che l’ha ottenuta in comodato d’uso gratuito per dieci anni. Il contratto tra le parti, che stabiliva le formalità per il trasferimento dell’area al Comune, era stato firmato il 30 dicembre 2015, ma il passaggio formale è avvenuto solo un anno dopo, il 20 dicembre scorso. Quest’ultimo era propedeutico affinché il Municipio a sua volta potesse acquisire ufficialmente la porzione di verde di sua competenza, la parte sud. I lavori iniziati a febbraio interessano proprio quest’ultima e sono finanziati con 140mila euro individuati dalla precedente Giunta municipale. La natura di questi fondi imponeva che venissero spesi entro la fine del 2016. E al limite dei tempi stabiliti, il 30 dicembre scorso, è arrivata la firma del contratto con la ditta vincitrice dell’appalto che ha preso in carico i lavori, atto sufficiente a bloccare la somma di denaro ed a permettere alla nuova amministrazione municipale di impiegarla per le opere a cui era stata destinata. Differentemente era andata, come detto, per i 150mila euro che il Dipartimento Tutela Ambientale capitolino aveva messo a disposizione lo scorso anno, somma che era stata individuata in economia all’interno del bilancio 2016: “il protrarsi delle operazioni necessarie alla presa in carico ufficiale dell’area – diceva all’epoca la Crescimanno – ha impedito di effettuare la gara per aggiudicare i lavori”, e la somma era quindi andata persa. Essa sarebbe servita per finanziare gli interventi su tutta l’area, sia la parte sud, di competenza municipale, che la restante, di gestione capitolina.

ALTRI FONDI PER L’AREA – Tuttavia l’Amministrazione capitolina aveva garantito il massimo impegno a individuare nuovamente la somma sfumata e oggi quei soldi sono stati stanziati di nuovo. A darne notizia è stata la stessa Presidente del Municipio XII, Silvia Crescimanno: “In data 16 febbraio, il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, tenendo fede agli impegni assunti con questa Amministrazione, ha comunicato di aver individuato la somma di 150mila euro per la messa in sicurezza e la fruibilità dell’intera area alla cittadinanza. Il servizio dipartimentale del catasto del verde sta rimodulando il relativo conteggio metrico e la documentazione tecnica necessaria per l’avvio della gara”. A confermare il finanziamento è stato lo stesso Assessorato all’Ambiente capitolino: “I 150mila euro sono fondi dipartimentali stanziati su richiesta del Municipio XII al Dipartimento Tutela Ambientale. È stato individuato il capitolo di spesa”. In merito alle tempistiche l’Assessorato ha aggiunto: “Fino a che non verrà fatta la gara non si potrà dare una data certa di fine lavori”.

I LAVORI IN CORSO – Al momento in cui scriviamo, dunque, sono in corso i lavori sull’area sud che riguardano, ci ha detto la Presidente Crescimanno, “la pista ciclabile, gli orti urbani e le operazioni necessarie a garantire la presenza di acqua nel parco”. Ad oggi l’area risulta recintata per permettere lo svolgimento dei lavori. Nessuna indicazione invece in merito alle tempistiche. Gli interventi, secondo quanto stabilito dal contratto con la ditta appaltante, dovrebbero concludersi entro 120 giorni dal loro inizio. “Mi auguro che le opere vengano realizzate nel minor tempo possibile”, ha commentato la Crescimanno.

LA PASSATA AMMINISTRAZIONE – “Per sei mesi lo scorso anno non è stato fatto nulla perché l’area venisse presa in carico e quindi i fondi sono stati persi”, ha commentato dura Cristina Maltese (Pd), ex Presidente del Municipio e attualmente Consigliera d’opposizione. L’area, secondo quanto dichiarato a Urlo nei mesi scorsi dall’ex Minisindaca, sarebbe stata pronta per essere acquisita già alla fine del suo mandato (giugno 2016, ndr). E in merito al nuovo finanziamento previsto, aggiunge: “Aspetto di vedere questi soldi. Se arriveranno li saluterò con grande soddisfazione. Sarebbe la prima volta che il Municipio, invece di perdere fondi, li guadagna”. Cosa verrà fatto con tale somma “attualmente non si sa”, dice la Maltese, poiché “non esiste alcun progetto. Chiedo per questo, come è stato fatto per la parte sud (attualmente oggetto dei lavori, ndr), che venga messo in atto un processo partecipato con cittadini, scuole, comitati e associazioni, e quindi non solo con esponenti vicini al M5S, per stabilire il piano di riqualificazione dell’area”.

LO SCETTICISMO DELL’OPPOSIZIONE – Sulla questione è intervenuto anche Giovanni Picone (Fdi), Consigliere in Municipio XII: “Prendiamo atto delle rassicurazioni che sono arrivate dalla Presidente del Municipio in merito ai fondi stanziati dal Comune di Roma. Vista però la facilità con cui sono state perse in passato queste, e altre, somme, finché non vedremo l’inizio delle opere, vigileremo affinché questa promessa venga mantenuta e non diventi l’ennesimo sogno irraggiungibile”.

Anna Paola Tortora

Tratto da Urlo n.144 marzo 2017

SHARE