Home Municipi Municipio XII

Monteverde: frana la collina Ugo Bassi e cadono alberi a viale dei Quattro Venti

SHARE
ugobassi

Necessari interventi immediati per il consolidamento della collina

Tratto da Urlo n.124 aprile 2015

MONTEVERDE – Marzo è stato un mese difficile per il Municipio XII, con due episodi che hanno messo a repentaglio la sicurezza dei cittadini: la caduta di due olmi a viale dei Quattro Venti e una frana sulla collina Ugo Bassi. Di questa avevamo parlato già a febbraio quando, in seguito all’apertura delle due voragini sulla circ.ne Gianicolense dei mesi precedenti, la Presidente del Municipio XII, Cristina Maltese, aveva rassicurato sullo stato del sottosuolo di Monteverde sottolineando tuttavia la criticità rappresentata proprio della collina Ugo Bassi sulla quale risultava necessario un intervento di consolidamento. Il 26 marzo una parte della collina di Monteverde Vecchio è franata provocando ingenti danni alle strutture sulle quali si è abbattuta, per fortuna senza causare vittime. Il cedimento ha interessato uno sperone del giardino comunale che si trova all’angolo di via dell’Ongaro. Sul luogo, si legge in una nota dell’Assessorato ai Lavori Pubblici di Roma Capitale, sono intervenuti “Protezione civile, Vigili del fuoco, tecnici del Dipartimento per le infrastrutture e la manutenzione urbana del Municipio, la Polizia Municipale e il Servizio giardini. Una macchina complessa che si è messa immediatamente in moto per effettuare i primi sopralluoghi”. Sul luogo sono intervenuti anche Maurizio Pucci, Assessore ai Lavori Pubblici di Roma e Cristina Maltese. “I primi interventi – seguita la nota – si sono concentrati sulla messa in sicurezza dell’area e dello stabile, e due appartamenti sono stati dichiarati inagibili”. Sulla questione è subito intervenuta la stessa Maltese: “La collina Ugo Bassi, il fronte di via Sterbini e di via dall’Ongaro sono, da anni, oggetto di studi e monitoraggi, promossi dal Municipio, che hanno evidenziato le criticità della composizione geologica della collina. È stato elaborato dalla Provincia e da Risorse per Roma un progetto di consolidamento e messa in sicurezza dell’intero fronte. Ora è improcrastinabile intervenire con urgenza”, ha concluso il minisindaco che dopo qualche giorno ha aggiunto: “La Protezione Civile e l’Assessorato ai Lavori Pubblici hanno preso in carico tutto. Ho segnalato più volte all’Amministrazione questa situazione, chiedendo controllo e monitoraggio. Sull’area esiste una criticità che deve essere affrontata, mi auguro che ora si proceda nel reperire i fondi necessari.”
Sempre a marzo a viale dei Quattro Venti si è sfiorata la tragedia due volte per la caduta di due alberi. In seguito al secondo crollo la strada è stata chiusa al traffico, per consentire le operazioni di messa in sicurezza e per garantire l’incolumità dei cittadini. “Il Comune di Roma ha incaricato un esperto per monitorare e certificare lo stato di salute degli alberi”, si legge in una nota della Presidente del Municipio, che poi ha aggiunto: “Abbiamo ottenuto che in tempi brevi venisse effettuato il monitoraggio che ha evidenziato l’alto rischio di crollo delle piante. Dalla mattina del 30 marzo le squadre hanno lavorato incessantemente sugli olmi in pericolo e con il direttore dell’Ufficio Giardini si è proceduto, da subito, alla messa in sicurezza della strada che è stata riaperta”. Alla fine delle operazioni sono stati abbattuti 71 olmi su 250 perché ritenuti a rischio, ma il Comune ha già ordinato nuovi olmi da piantare in autunno, ci dice con una nota Lorenzo Marinone, Consigliere del Municipio XII.
Dure sono state le critiche dell’opposizione: “La frana sulla collina Ugo Bassi non è che l’ultimo fallimento dell’Amministrazione del centrosinistra, che continua ad esporre i cittadini a rischi inaccettabili”, ha dichiarato Daniele Diaco, Consigliere del M5S al Municipio XII, “In pochi giorni sono accaduti tre diversi episodi che potevano provocare una tragedia, è ormai sotto gli occhi di tutti che il nostro territorio è completamente abbandonato dall’Amministrazione del Municipio XII che continua a dimostrare la propria incapacità nel tutelare l’incolumità dei suoi cittadini. La frana della collina Ugo Bassi è la prova inconfutabile della sua negligenza. Il dissesto idrogeologico del territorio è un problema che va affrontato in fretta e con soluzioni efficaci, non un qualcosa su cui intervenire a disastro avvenuto”, ha concluso il consigliere. Molto dure anche le parole di Marco Giudici, Consigliere e Presidente della Commissione Trasparenza municipale, in una nota congiunta con il Consigliere regionale Fabrizio Santori: “In una settimana si è sfiorata la tragedia per tre volte. Questi episodi sono la punta dell’iceberg dell’abbandono del territorio da parte del centrosinistra al Municipio XII, al Campidoglio e alla Regione. Ricordiamo che al Municipio XII il centrosinistra governa da 21 anni. In tutto questo tempo ha sperperato promuovendo studi, indagini e convegni, senza fare un intervento concreto di consolidamento. È bene che la Presidente Maltese, il Sindaco Marino e il Presidente Zingaretti si sveglino, perché il territorio abbandonato non aspetta i comodi di chi è incapace a governare e l’aumento di questi episodi di cedimento del terreno sono il segnale che il quartiere sta crollando. Prima che accada qualcosa di drammatico invitiamo tutte le forze di governo a pianificare gli interventi in base alle priorità, garantendo un livello essenziale di sicurezza entro un tempo breve”.

Anna Paola Tortora