Home Municipi Municipio XII

Monteverde: la Croce Rossa smentisce il tentativo di occupazione di via Ramazzini

La CRI rispedisce al mittente la ricostruzione fatta dagli esponenti leghisti su un tentativo notturno di occupazione della struttura

SHARE
ramazzini ingresso

MONTEVERDE – Botta e risposta questa mattina tra gli esponenti locali della Lega e la Croce Rossa di Roma in merito alla notizia, smentita dall’organizzazione umanitaria, di un ‘assalto’ e di un tentativo di occupazione della struttura di via Ramazzini nel quartiere di Monteverde.

LA NOTIZIA – I due esponenti leghisti, l’ex consigliere regionale Fabrizio Santori e il consigliere in Municipio XII Giovanni Picone, avevano riferito che la scorsa notte “è stato sventato dagli operatori della Croce Rossa Italiana l’occupazione del campo attrezzato per l’accoglienza dei nomadi in via Ramazzini voluto dal Comune di Roma a seguito dello sgombero dell’ex stanziamento del camping river. Si è trattato di circa 30 nuovi nomadi, ancora non identificati, che si sono introdotti all’intero dell’area rompendo la rete di recinzione e danneggiando la cancellata”.

LA SMENTITA – Una ricostruzione quella degli esponenti del carroccio totalmente smentita dalla stessa Croce Rossa di Roma in una nota inviata alla stampa, nella quale si legge che la notizia sarebbe priva di fondamento. “Invitiamo a non diffondere falsi allarmi basandosi su fake news e non è la prima volta che accade”, ha commentato la Presidente della CRI di Roma, Debora Diodati. Al momento, comunicano dalla Croce Rossa, al centro di Via Ramazzini sono ospitati circa 39 persone, che è ad ora la capienza massima tra persone senza dimora e 2 famiglie provenienti dal Camping River. Il centro è previsto che resterà operativo per questo tipo di accoglienza fino al 22 ottobre.

Red