Home Municipi Municipio XII

Municipio XII: aumenta il fenomeno del vagabondaggio

SHARE
piazza dunantRID

Giudici: “Ormai è emergenza sociale”

EMERGENZA SOCIALE – Analizzando le strade del territorio municipale Marco Giudici, Consigliere e presidente della Commissione Trasparenza del Municipio XII, parla di estremo disagio, emergenza sociale e mancanza di decoro: “Il problema sociale e di decoro nel nostro territorio ha assunto una piega preoccupante, considerando l’aumento dei senzatetto che bivaccano in ogni dove, anche in zone che fino a qualche tempo fa non conoscevano il fenomeno”.

LA MAPPATURA – Le zone in cui il fenomeno si evidenzia maggiormente sono state identificate e mappate dal Consigliere Giudici: “In particolare, da Trastevere a Monteverde e Colli Portuensi è emergenza sociale ed emergenza decoro. Sto ricevendo numerose segnalazioni circa la presenza di accattoni, di clochard, di tossicodipendenti o di alcoolizzati abbandonati per le strade dei nostri quartieri che bivaccano ovunque. Le ultime – aggiunge – riguardano una donna in piazzale Dunant e un uomo ai Colli Portuensi, al centro di piazzale Morelli, le cui foto stanno facendo il giro dei social network, nell’indifferenza delle istituzioni. Per non dimenticare l’immagine dell’uomo intento a defecare in mezzo a piazza San Giovanni di Dio”. 

MANCANO LE POLITICHE SOCIALI – Quello che maggiormente denuncia il consigliere d’opposizione è l’assenza di interventi efficaci da parte dell’Amministrazione di centrosinistra sia a livello municipale che capitolino: “Non si può andare avanti così, nella totale indifferenza del centrosinistra al Municipio XII e al Campidoglio, che non ha fatto nulla per arginare questa problematica. Per fronteggiare la povertà odierna bisogna abbandonare l’industria del sociale, il monopolio delle cooperative e di associazioni che rispondono ai soliti noti, generando clientele e sprechi – seguita – Servono nuove politiche sociali che garantiscano un regime concorrenziale in grado di livellare i costi di gestione e favorire la scelta ottimale per soddisfare i bisogni”. I numeri del fenomeno aumentano e, secondo Giudici, non esiste un rinnovamento adeguato delle politiche sociali: “Oggi le istituzioni locali sono chiamate ad aiutare un maggior numero di persone rispetto al passato. Per questo chiedo che il centrosinistra trovi soluzioni alternative per aiutare le persone e delle famiglie deboli, prima di tutto quelle italiane, garantendo l’accesso a servizi sociali adeguati a fronteggiare i problemi della quotidianità”.