Home Municipi Municipio XII

Municipio XII: il Car Sharing arriva anche a Pisana e Bravetta

SHARE
car-share-parking

Il Consiglio approva la mozione sulle forme di mobilità alternativa e sostenibile

LA MOZIONE – È stata approvata dal Consiglio del Municipio XII la mozione, proposta dai consigliere Fabio Pompei ed Elio Tomassetti, che chiede l’ampliamento dell’area dei servizi di car sharing, già disponibili nella città, anche alle zone di Pisana e Bravetta, una importante e popolata porzione del territorio del Municipio XII. Soddisfazione al termine della votazione in Aula. “Una tecnologia semplice, prezzi che includono dalla benzina alla sosta su strisce blu, la comodità dei veicoli impiegati e la capillarità del servizio stanno rendendo il car sharing un esempio perfetto di servizio basato sulla sharing economy, servizio che dovrà con il tempo essere reso disponibile per tutti. L’approvazione della mozione proposta è solo il primo passo per rendere il servizio sempre più accessibile”, dichiara Pompei. Gli fa eco Tomassetti, anche presidente della Commissione Lavori Pubblici, che spiega come “una zona non servita dal trasporto pubblico su rotaia e con interi quartieri ancora senza collegamenti (pensiamo ad esempio Vignaccia e largo Quaroni) ha sicuramente bisogno di esperimenti da parte dell’amministrazione che diano risultati nell’immediato. Il car sharing riteniamo sia un ottimo strumento, in quanto ha avuto molto successo in varie parti della città e potrebbe averne nel quadrante Pisana-Bravetta, dove tra l’altro vivono molti giovani”.

L’ESIGENZA NASCE DAI CITTADINI – Negli ultimi anni, complice anche il prezzo sempre più elevato dei carburanti, della sosta tariffata e dei costi legati alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle auto, sono nate nuove formule per ovviare a questo problema quali il car sharing e il car pooling. Lo sviluppo del car sharing presenta per gli utilizzatori enormi vantaggi a livello economico, sociale e ambientale: riduzione dell’inquinamento atmosferico, abbattimento dei costi della benzina e delle soste, minore congestione stradale, diminuzione delle emissioni di gas con conseguenti vantaggi sulla salute psicofisica dell’individuo. L’evoluzione costante delle tecnologie innovative sta inoltre favorendo la crescita del fenomeno poiché garantisce agli utilizzatori un accesso sempre più semplice ed immediato ad una mobilità intelligente. Il car sharing rientra inoltre tra le politiche di mobilità sostenibile e l’automobile passa dall’ambito dei beni di consumo a quello dei servizi adattandosi, in modo flessibile, alle esigenze dei cittadini. I due consiglieri che hanno proposto la mozione, peraltro, si dicono convinti del fatto che “sulle forme di mobilità alternativa e sostenibile si gioca il futuro della nostra città”.

IL CAR SHARING A ROMA – A Roma sono 3 i servizi di car sharing attivi sul territorio e la copertura è concentrata nelle zone più centrali della città. Alcuni quadranti dell’area di Roma XII, invece, soffrono però la difficoltà legata all’assenza di una copertura della mobilità su rotaia. Attraverso lo studio di casi reali di utilizzo del servizio possono essere effettuate modifiche alle aree operative con conseguenti benefici in termini di ottimizzazione delle prestazioni e maggior copertura della città.

MB