Home Municipi Municipio XII

Pisana: tutto pronto per l’apertura del nuovo servizio anagrafico

SHARE
carta identita

Buona notizia per gli abitanti della periferia ovest, ma a che punto è l’iter per lo spostamento della sede del Municipio?

Tratto da Urlo n.133 marzo 2016

PISANA – A breve il Municipio XII potrà contare su un nuovo ufficio anagrafico. A febbraio l’ente ha ottenuto alcuni locali a viale Moretti, all’interno dei quali sorgerà il distaccamento della funzione. Abbiamo parlato della novità con Cristina Maltese, Presidente del Municipio, che ci ha illustrato l’iter: “Abbiamo già ottenuto i locali e ordinato il materiale, mobili e strutture informatiche che sono già nella disponibilità del Municipio. Siamo pronti a partire. Abbiamo dato il via a un reclutamento di personale attraverso un bando interno e la priorità è stata data ai dipendenti che abitano in zona. Cerchiamo infatti di conciliare l’attività lavorativa con quella familiare, per migliorare la qualità della vita del personale e dei servizi”.

L’apertura del nuovo ufficio colma un vuoto. Fino ad ora infatti, dice la Presidente, “dal capolinea dell’8 fino a Massimina e Castel di Guido, il territorio era scoperto; l’assenza di sedi distaccate del Municipio determinava che i cittadini dovessero attraversare quasi due terzi del suo territorio per raggiungere gli uffici. Il distaccamento crea un avamposto dell’amministrazione sul quale cercheremo di fornire non solo servizi anagrafici ma anche di portare una postazione di segretariato sociale”. Ma quando sarà operativa la nuova sede? “Lo sportello anagrafico potrebbe essere attivo già verso gli ultimi giorni di marzo”, dice la Maltese, alla quale chiediamo anche novità in merito alla questione dello spostamento della sede del Municipio da via Fabiola all’ex palazzo della Polizia Provinciale a via di Villa Pamphili.

Operazione che comporterà, per il Municipio, un risparmio di circa 650mila euro l’anno (attualmente corrisposti per l’affitto), ma non solo: “Determinerà anche un’ottimizzazione in termini di efficienza. Attualmente la sede che ci ospita non riesce a contenere al suo interno tutti gli uffici (per esempio la Polizia Municipale è dislocata all’interno di alcuni locali nella vicina via di Donna Olimpia, ndr). Con lo spostamento tutte le funzioni saranno racchiuse sotto lo stesso tetto. Questo comporterà un risparmio di tempo per i cittadini”. E in merito alle tempistiche ci ha detto: “Aspettiamo l’ok dal Campidoglio per gli ultimi accordi con la Città Metropolitana. È stato redatto l’atto formale del protocollo d’intesa. L’accordo dovrebbe essere chiuso entro poche settimane. Seguiranno degli interventi: un ascensore in più per garantire l’accessibilità, l’adeguamento alle normative sulla sicurezza sul lavoro e il trasloco vero e proprio. Stimiamo che l’operazione possa essere conclusa nell’arco di un anno”.

“Ci auguriamo che la notizia dell’apertura del distaccamento del servizio anagrafico sia realtà e non una propaganda politica in vista delle imminenti elezioni”, hanno dichiarato Daniele Diaco e Silvia Crescimanno, Consiglieri municipali del M5S, che hanno seguitato: “Evidenziamo come questa iniziativa comporterà ulteriori spese di gestione per l’Amministrazione, motivo per cui torniamo a ribadire la necessità di provvedere quanto prima al trasferimento della sede di via Fabiola presso un edificio pubblico”.

Sulla questione è intervenuto anche Marco Giudici, Consigliere in Municipio XII per Fratelli d’Italia, che ha detto: “È ovviamente un bene che sia aperto un ufficio decentrato, ma alla luce dell’estensione del nostro territorio, non è abbastanza. Quello che si è fatto, dopo anni di promesse, è troppo poco. Risulta ancora irrisolta la questione della somma che il Municipio paga per l’affitto della sede dove si trova; in tanti anni di governo, e di richieste da parte dell’opposizione anche nelle scorse legislature, ancora non è stata raggiunta una soluzione ad un problema che esiste da decenni. Sarebbe bene vedere un risultato concreto”.

Anna Paola Tortora

SHARE