Home Municipi Municipio XII

Porta Portese: scattano i controlli e i negozianti bloccano la strada

SHARE
fotorepubblicaporta portese

Multe e sequestri per l’occupazione abusiva dei marciapiedi

LA PROTESTA – Scatta la protesta a Porta Portese con i negozianti che hanno bloccato la strada con decine di pneumatici per protestare contro i controlli disposti dalla Municipale. L’operazione è partita questa mattina e vede in campo 50 uomini della Polizia Locale di Roma Capitale con la presenza anche del Comandante generale Raffaele Clemente.

I CONTROLLI – I negozianti hanno bloccato il camion della Polizia Municipale contro il controllo di otto dei box che vendono autoricambi e biciclette, più volte invitati a rimuovere le merci posizionate abusivamente sui marciapiedi. Durante le operazioni di verifica dei permessi sono stati sequestrati centinaia di prodotti tra caschi, portapacchi e ricambi.

LA RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA – Sulle condizioni del quadrante sono intervenute in una nota congiunta la Presidente del Municipio XII, Cristina Maltese, e l’assessora a Roma Produttiva, Marta Leonori: “L’area del mercato di Porta Portese è oggetto di un importante intervento di riqualificazione che interessa sia il mercato che gli aspetti della mobilità. In questi mesi sono stati realizzati interventi di rifacimento del manto stradale in tutta l’area ed è stata realizzata una nuova pista ciclabile. Il progetto interessa anche l’area del Clivo Portuense, che da oltre 50 anni attende un’opera di riqualificazione – seguitano – Si tratta, infatti, di un’area pregiata a un chilometro dal Palatino, che merita una valorizzazione anche per coloro che vi svolgono attività economiche. Per questo l’Amministrazione è al lavoro per definire una soluzione che superi l’inerzia di decenni e, in un contesto di legalità, possa rispondere alle legittime richieste dei cittadini e alla necessità dei commercianti di operare in condizioni adeguate al valore dell’area. Le scene accadute oggi a Porta Portese non sono accettabili e il confronto, al quale siamo sempre disponibili, potrà avvenire soltanto se si partirà dal rispetto delle regole”.