Home Municipi Municipio XII

Rifiuti: Continuano gli accumuli, l’appello dal Municipio XII

SHARE
cassonettirifiuti sacchetti

Monteverde, Bravetta e Pisana i luoghi più colpiti, questa la denuncia dell’opposizione

CONTINUANO GLI ACCUMULI – Sono tante le segnalazioni arrivate, mentre le pagine dei social network traboccano di sacchetti dell’immondizia ammassati contro i cassonetti stradali. Dove la differenziata è arrivata fermandosi però al vecchio sistema stradale la situazione del ritiro sembra essere in sofferenza. A dare notizia delle molte difficoltà della cittadinanza, aggravate dalle giornate di caldo eccezionale, sono il consigliere regionale, Fabrizio Santori, e quello del Municipio XII Marco Giudici. 

EMERGENZA IN MUNICIPIO XII – Sono loro in una nota a descrivere la situazione di disagio che stanno vivendo i cittadini di alcuni tra i quadranti più popolosi del Municipio XII: Monteverde, Bravetta e Pisana. “Al Municipio XII è emergenza rifiuti. In particolare nei quartieri di Bravetta e Pisana il degrado ha raggiunto dei livelli mai visti, almeno fino a poche ore fa, quando anche grazie ai nostri solleciti i mezzi dell’Ama sono passati a pulire i cassonetti stracolmi e i rifiuti che invadevano le strade – spiegano i due consiglieri – Stiamo ricevendo numerose segnalazioni da parte dei cittadini indignati perchè pagano le tasse e si impegnano per fare la raccolta differenziata per poi vedere il proprio lavoro vanificato da un vero e proprio collasso ciclico dell’Ama”.

FORNIRE RISPOSTE IMMEDIATE – L’appello lanciato da Giudici e Santori è indirizzato alla Presidente del Municipio XII, Cristina Maltese e al sindaco Ignazio Marino: “Hanno il dovere di dare delle risposte immediate di fronte a questo disservizio senza precedenti. Ormai è emergenza rifiuti in tutta Roma e non sembrano esserci soluzioni credibili all’orizzonte – concludono – Ci rivolgeremo alla ASL per scongiurare rischi sanitari per i residenti visto anche l’aumento impressionante di ratti attratti dal degrado e dell’abbandono sistematico dei rifiuti da parte di Ama”.

LeMa