Home Municipi Municipio XII

Rifiuti, Monteverde: nel quartiere è boom di materassi abbandonati

Le segnalazioni parlano di materassi, elettrodomestici e intere camere da letto

SHARE

A Monteverde sembra registrarsi un boom di abbandoni indiscriminati di rifiuti ingombranti. Materassi, piccoli elettrodomestici, ma anche intere camere da letto, il tutto in prossimità dei cassonetti stradali.

LE SEGNALAZIONI – Le immagini di questi abbandoni indiscriminati non mancano e sono i cittadini stessi a renderle note attraverso i social network. “Vi sposate? Avete bisogno di un materasso matrimoniale con rete, sostegno perimetrale in legno e una finezza …lastra in vetro – scrive una cittadina all’interno del gruppo Facebook ‘Noi dei Colli Portuensi & Monteverde’ – A parte gli scherzi vorrei conoscere quel signore che ha avuto il barbaro coraggio di lasciare una cosa così pericolosa in strada”.

NECESSARIO L’INTERVENTO – Le critiche su questa vicenda non sono mancate: “Sui social girano foto, diffusamente a Monteverde, di tantissimi cittadini che si lamentano dell’abbandono di materassi o intere camere da letto in prossimità dei cassonetti dell’immondizia – dichiara in una nota Giovanni Picone, capogruppo di Fdi in Municipio XII – In attesa del tanto atteso piano di pulizia delle strade, ci chiediamo se dobbiamo aspettare il 13 febbraio, data fissata per gli interventi nel nostro Municipio, e vedere accumularsi di giorno in giorno rifiuti anche ingombranti sul territorio, o la Presidente Crescimanno si degnerà di inoltrare una segnalazione ad AMA per intervenire?”.

I CASSONETTI SPOSTATI – Ma le difficoltà non sembrano essere finite. Molte le segnalazioni anche sulla dislocazione del tutto arbitraria di alcuni cassonetti stradali, spostati oppure spariti del tutto. Picone parla proprio di “strani interventi sul dislocamento dei cassonetti sul territorio, in particolare tra Via Jenner e Via Agnelli, alcuni inopinatamente spostati e altri addirittura spariti, con i residenti costretti anche a portarsi la spazzatura in macchina alla ricerca del primo contenitore dell’immondizia utile”.

LeMa