Home Municipi Municipio XII

Scuola Girolami, in corso gli accertamenti sull’edificio

Dopo il crollo di un soffitto la scuola resta chiusa e gli alunni vengono smistati altrove

SHARE
dav

Tratto da Urlo n.168 Maggio 2019

MONTEVERDE – Il 3 aprile nella scuola Girolami (Istituto Comprensivo Margherita Hack), nel corso di un intervento programmato per il ripristino dell’impermeabilizzazione di una porzione di terrazzo di copertura, si è verificato il crollo del soffitto di un’aula. L’operazione si stava effettuando in assenza di studenti e insegnanti, quindi nessuno era presente in classe. A seguito dell’episodio – ha fatto sapere il Municipio – è stato interpellato il Simu (dipartimento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici capitolino, ndr) per un accertamento delle condizioni dell’intera struttura. In via precauzionale, in attesa delle ulteriori verifiche che saranno effettuate nel mese di maggio, l’intero plesso è stato chiuso e gli alunni ricollocati altrove.

LE VERIFICHE – Per accertare le condizioni di salute dell’edificio, ci ha detto la Presidente del Municipio XII, Silvia Crescimanno, “è stata attivata una procedura volta all’aggiudicazione diretta dell’incarico, finalizzato a chiarire lo stato in cui versa il plesso Girolami e, quindi, ad avviare le attività necessarie a eliminare le problematiche riscontrate. A tale gara sono stati invitati a partecipare 8 soggetti, di cui 5 hanno fatto pervenire la loro offerta (il termine di presentazione è scaduto il 19 aprile)”. In seguito a questa procedura è stato individuato l’aggiudicatario a cui è stato affidato il servizio giovedì 2 maggio: “Il professionista incaricato avrà 20 giorni per presentare una relazione asseverata sullo stato dei luoghi e un progetto preliminare per la risoluzione della problematica emersa. All’esito, e sulla base del progetto, verrà redatto il capitolato dei lavori da eseguire. Verso la fine di maggio, si dovrebbe avere contezza dello stato dei luoghi; in consecuzione, si inizierà a lavorare sulle zone meno ammalorate e si potrà eventualmente procedere al rilascio per blocchi di tutte quelle porzioni di struttura che dovessero risultare integre”. Per quanto riguarda il finanziamento, “le problematiche risolvibili in manutenzione ordinaria saranno affrontate immediatamente dal Municipio con propri fondi, già stanziati. Per far fronte a eventuali problematiche di manutenzione straordinaria verranno immediatamente richiesti fondi dedicati”. L’auspicio, dice la Presidente “è poter far rientrare alcune classi già prima della chiusura dell’anno scolastico”.

POLEMICHE SULLE TEMPISTICHE – Molto critico è stato Elio Tomassetti, Consigliere municipale per il Pd, che contesta il modus operandi scelto dall’amministrazione, colpevole di non aver affrontato di petto la questione: “La procedura adottata dal M5S per individuare il soggetto che si occupasse dell’analisi delle condizioni dell’edificio è sbagliata. In casi come questo bisogna procedere in somma urgenza (un iter che consente l’assegnazione immediata a una ditta scelta direttamente dall’amministrazione, ndr). Lo abbiamo fatto presente durante un Consiglio municipale ma la Giunta ha scelto di agire diversamente”. Secondo Tomassetti sarebbe stato perso tempo prezioso: “L’iter adottato infatti non è stato altrettanto rapido (rispetto alla procedura in somma urgenza, ndr) e in questo modo c’è stato un ritardo di circa un mese. Procedere in somma urgenza avrebbe significato assumersi delle responsabilità ma è ormai evidente come questa Giunta sia abituata a muoversi diversamente, tutelando se stessa, senza fare l’interesse della cittadinanza. Ora la priorità è procedere ai lavori per il ripristino prima possibile”, ha concluso il Consigliere.

RICOLLOCAMENTO ALUNNI – Intanto nel corso del mese di aprile gli alunni sono stati ricollocati. Per quanto riguarda la scuola primaria gli studenti sono stati divisi tra il plesso Gramsci, Sanzio e Nocetta, ci comunica sempre il Municipio. Le classi dell’infanzia, statale e comunale, sono state dislocate per un primo periodo presso il Villa York Sporting Club. In seguito “i bambini dell’infanzia comunale sono stati accolti (dal 2 maggio) presso la scuola dell’infanzia paritaria Martorano in via Affogalasino; i bambini dell’infanzia statale (al momento in cui scriviamo, ndr) sono ancora ospitati presso Villa York, in attesa di formalizzazione con la struttura individuata. Stiamo lavorando per l’attivazione di un servizio navetta e già ci siamo mossi presso il Dipartimento Mobilità di Roma Capitale”. Nell’eventualità il servizio per il trasporto degli studenti venisse istituito, ha informato la Presidente, è stato ipotizzato di “disciplinare un senso unico sulla discesa/salita di via Affogalasino in concomitanza degli orari di entrata e di uscita”. In vista delle prossime elezioni europee, secondo quanto comunicato dal Municipio, è stato predisposto lo spostamento di alcuni dei seggi all’interno di altre strutture.

LE CRITICHE – La redistribuzione degli alunni nelle varie scuole è variata rispetto ai progetti iniziali, fanno presente Marco Giudici e Giovanni Picone (Lega), Consiglieri in Municipio XII: “All’inizio alcuni studenti erano stati ricollocati nella scuola Mazzacurati a Corviale. Questo avrebbe comportato molti disagi per chi avrebbe dovuto accompagnare i bambini a scuola e un notevole impatto sul traffico del quadrante, già congestionato. Solo in seguito alle forti pressioni da parte dei genitori, da noi fortemente sostenuti, si è arrivati alla soluzione attualmente adottata. Auspichiamo che siano presi nel più breve tempo possibile provvedimenti urgenti per garantire l’apertura del nuovo anno scolastico nella sede storica della Girolami a Monteverde”.

Anna Paola Tortora