Home Municipi Municipio XII

Scuola Oberdan: a 3 mesi dall’incendio ancora nessun intervento

SHARE
incendioscuolaoberdan

La denuncia del centro destra: “Chiarire le responsabilità dei ritardi”

L’INCENDIO DI FEBBRAIO – Tre mesi fa l’incendio alla Scuola Oberdan di Monteverde che nella notte del 21 febbraio distrusse l’aula della IV C. Nei giorni successivi nella scuola si sono alternati dapprima il Sindaco, assieme all’Assessore ai Lavori Pubblici Pucci e quello alla scuola Masini, poi le autorità municipali. Purtroppo oggi arriva la denuncia di immobilismo da parte del centro destra municipale: “Stiamo ricevendo numerose segnalazioni dal parte dei genitori della scuola Oberdan, perché a tre mesi dal rogo appiccato da ignoti vandali, non si è visto un operaio”. Questo, spiegano Marco Giudici, consigliere e presidente della Commissione trasparenza del Municipio XII e Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio: “Nonostante le promesse di risistemare le classi e garantire il normale svolgimento delle lezioni entro breve tempo”. 

LA DENUNCIA DEL CENTRO DESTRA – I due esponenti dell’opposizione parlano di una ‘Scuola insicura e pericolosa’ e di ‘promesse non mantenute’. “Questa assenza totale delle istituzioni rappresenta l’ennesima vergogna del sindaco Marino e della presidente del Municipio XII Cristina Maltese. Questi, infatti, assieme agli assessori competenti, sfilarono in passerella all’indomani del rogo, facendo un sopralluogo nel plesso scolastico e promettendo la risistemazione delle classi”. Alla Presidente del Municipio XII, Cristina Maltese, a pochi giorni dall’incendio avevamo chiesto una stima dei danni: “Al momento stiamo ancora quantificando. Certamente – aggiungeva allora la presidente – parliamo di una cifra che si aggira attorno ai 100mila euro. Per fortuna il pavimento non è pericolante, ma dovremo ripristinare mattonelle e controsoffitto. Purtroppo per gli interventi nelle scuole non abbiamo a disposizione grandi risorse. Si tratta di una doppia ferita, perché è chiaro che le disponibilità economiche verranno dirottate sulla Oberdan e le altre scuole dovranno pazientare”. Dal Municipio in quei giorni partì anche la richiesta d’aiuto a Roma Capitale, per anticipare i fondi in attesa del bilancio.

CHIAREZZA SUI RITARDI – Altre affermazioni contestate dai due esponenti di centro destra sono quelle del Sindaco sulla possibilità di installare entro marzo delle telecamere di sorveglianza. Su queste, secondo Giudici e Santori, il Campidoglio avrebbe fatto dietrofront: “Perché pare che nessuno sia disposto ad installare impianti su un edificio storico. È bene che finisca il tempo degli spot e si inizi a lavorare per una scuola efficiente, sicura e senza pericoli”. In queste settimane inoltre il Consigliere Giudici, in qualità di Presidente della Commissione Controllo e Garanzia municipale, avrebbe interpellato gli uffici competenti per accertare le responsabilità dei ritardi: “Non ho ricevuto alcuna risposta utile a chiarire le responsabilità omissive di coloro che avrebbero dovuto garantire la riparazione della serratura del cancello esterno dal quale i vandali si sono introdotti – conclude Giudici – Un silenzio assordante che mi ha costretto a convocare una seduta apposita della commissione per venerdì, anche in vista di una denuncia per omissione d’atti d’ufficio che sarò costretto a presentare in procura”.

Leonardo Mancini