Home Municipi Municipio XII

Tutte le strade portano a Roma, pero’ attenti ai marciapiedi!

SHARE

Nel XVI Municipio lavori di rifacimento per alcune strade mentre altre restano incomplete: le conseguenze di ostacoli burocratici e mancanza di fondi.

Intricata la faccenda che ruota attorno al rifacimento di marciapiedi e strade del XVI Municipio, zona Colli Portuensi. Lo spunto per approfondire la questione proviene dall’intervento su via Roberto Alessandri: iniziato nel 2008 e interrotto poco dopo lasciando i lavori a metà. Ad oggi troviamo nuovi marciapiedi da un lato, dall’altro quelli vecchi ormai sono distrutti dall’azione delle radici degli alberi che emergono in superficie, quindi impraticabili. Inoltre nel luglio del 2011, uno di questi alberi cade senza alcuna sollecitazione esterna e distrugge una macchina e dei motorini senza, per fortuna, provocare vittime. Ad inizio ottobre una nota di Fabrizio Santori, e cartelloni informativi sulle strade del XVI Municipio, annunciano l’inizio dei lavori di rifacimento dei marciapiedi di via Adolfo Gandiglio e via Edoardo Maragliano, strade limitrofe a via Alessandri.

Abbiamo chiesto spiegazioni in merito alla questione alquanto bizzarra: come mai vengono annunciate azioni di rifacimento di strade prima ancora di mettere in sicurezza la vicina via Alessandri? Sembra che lo stato attuale è una conseguenza del blocco dei lavori, iniziati ormai 3 anni e mezzo fa, causato da un esposto di un cittadino che si opponeva all’estirpazione delle essenze arboree presenti sulla strada. La segnalazione comportò quindi la revoca da parte del Dipartimento competente e i lavori vennero fermati; la situazione ad oggi è rimasta invariata. Senza l’autorizzazione infatti è diventato impossibile procedere al rifacimento dei marciapiedi e nel frattempo i fondi (250 mila euro in totale) sono stati indirizzati su altri progetti.
Ma a seguito dell’evento del luglio scorso è stata firmata dagli abitanti della via una petizione nella speranza di smuovere la situazione. Il rifacimento dei marciapiedi della strada rientra tra le competenze municipali, a ricordarlo è il Consigliere Marco Giudici (Pdl), che accusa la Giunta Municipale di aver iniziato i lavori come mera strategia politica pre-elettorale: “Tutte le vie di cui parliamo sono competenza municipale, è il Municipio XVI quindi che deve realizzare i lavori con i soldi di cui dispone. I fondi per intervenire sulle strade che presentano emergenze ci sono ma vengono spesi in altro modo, per lavori pubblici in altre zone.”

Pronta la risposta di Fabio Bellini (Pd), Presidente del Municipio XVI: “Sono stato personalmente sul posto insieme al Dirigente del Servizio Giardini del Comune, Dottor Rossi, e all’ex-Assessore all’Ambiente del Comune, Fabio De Lillo, e ho mostrato ad entrambi la situazione: le radici degli alberi arrivano praticamente fino ai portoni dei palazzi rendendo la via molto pericolosa per chi la percorre. Tutto questo non ha avuto un seguito e l’autorizzazione non viene comunque data quando invece precedentemente il permesso per espiantare gli alberi era stato rilasciato.”

Sulla questione si esprime anche Fabio Bomarsi, Consigliere del XVI Municipio (Pd): “L’episodio della caduta dell’albero è un fatto gravissimo. Mi sembra evidente che sulla questione di via Alessandri ci sia un gioco delle parti ma la cosa ancora più grave è che altri interventi invece vengono fatti in strade come via Gandiglio e via Maragliano la cui decisione proviene da un Consigliere comunale, senza coinvolgimento del Municipio che di fatto ne avrebbe la competenza, ledendo quindi la legge sul decentramento amministrativo. Nonostante io sia ben felice che la manutenzione delle strade del territorio venga portata avanti, l’iter non dovrebbe essere questo, con l’estromissione del Municipio, che potrebbe invece indicare le criticità maggiori”. Il Consigliere comunale chiamato in causa è Fabrizio Santori, molto attento alle istanze di questo quadrante della città, che esprime però una visione differente: “Via Gandiglio e via Maragliano fanno parte di un progetto che riguarda l’intera città di Roma: sono infatti oltre 350 le strade interessate da interventi e sono strade di competenza municipale, dove è intervenuta l’amministrazione comunale, perché per oltre quindici anni lasciate in uno stato d’abbandono. Il Comune è intervenuto dopo lunghi periodi di assenza dell’amministrazione municipale ripristinando i marciapiedi proprio per dare ai cittadini un segnale della presenza delle istituzioni, cosa che nei quindici anni passati non è avvenuta”. Per ciò che riguarda via Alessandri, Santori ha poi precisato: “L’Amministrazione non ha stanziato i fondi per la strada in questione perché la competenza rimane al Municipio e poiché suo era il progetto iniziale. Il Municipio ha poi bloccato l’intervento per questioni burocratiche e ha reindirizzato quei fondi in altre opere e i lavori quindi non sono stati completati”. Per questo Santori si è impegnato a verificare la questione nel tentativo di eliminare al più presto l’ostacolo burocratico e di verificare lo stanziamento di fondi. “L’azione relativa all’espianto degli alberi dev’essere presa in tempi brevissimi; è evidente che ci sia intorno alla questione un gioco allo ‘scarica barile’ che non può essere accettato dai cittadini che aspettano da tempo un intervento sulla via”.

Anna Paola Tortora