Home Notizie Cronaca Roma

Ama: feriti tre operatori nel centro di Campo Boario

SHARE
amacampoboario

Aggrediti per aver rifiutato di conferire rifiuti speciali

I TRE OPERATORI FERITI – Questa mattina tre operatori dell’Ama sono stati aggrediti all’ingresso del centro di raccolta di via del Campo Boario nel quartiere di Testaccio. Attorno alle dieci, da quanto di apprende dalle agenzie, due rom si sono presentati presso la struttura per scaricare alcuni materiali tra cui pneumatici. 

L’AGGRESSIONE E LA FUGA – Alla risposta negativa degli operatori, in quanto gli pneumatici sono dei rifiuti speciali, quindi non conferibili nelle isole ecologiche, i due sono stati accompagnati fuori dalla struttura. In questo frangente sarebbe scattata l’aggressione ai danni degli operatori e del capo zona, messa in atto da un terzo uomo rimasto fuori dal centro di raccolta. Dopo aver colpito gli operatori con un bastone i tre sono fuggiti a bordo di un furgoncino del quale però i dipendenti di Ama sono riusciti a prendere il numero di targa.

I SOCCORSI – I tre operatori sono stati immediatamente soccorsi. Hanno riportato tutti alcune lesioni, ta le quali anche una frattura al setto nasale. Esprimiamo, a titolo personale e a nome di tutta la comunità aziendale, la più profonda e sincera solidarietà ai tre dipendenti Ama in servizio presso il Centro di raccolta di Campo Boario che sono stati aggrediti questa mattina – ha dichiarato il presidente dell’azienda, Daniele Fortini – Condanniamo con fermezza questo atto vile che ha colpito inaspettatamente i lavoratori dell’azienda, impegnati a svolgere correttamente le proprie mansioni nel rispetto delle regole e delle procedure. Un doveroso ringraziamento va sia agli operatori sanitari che hanno soccorso i tre lavoratori sia ai Carabinieri che hanno svolto tutti i rilievi avviando immediatamente le indagini per risalire ai responsabili”.

DAL CAMPIDOGLIO – Solidarietà agli operatori aggrediti è arrivata anche dall’assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Estella Marino, e dal Sindaco Marino: “In attesa delle indagini dei carabinieri non possiamo che ringraziare l’azienda e, soprattutto, i suoi dipendenti per quello che fanno ogni giorno per la città. Grazie a tutti gli operatori Ama che con questa Giunta si stanno impegnando per imprimere un cambio di passo nella gestione dei rifiuti, nell’ottica del pieno rispetto delle regole. Un pensiero particolare va agli operatori aggrediti, uno dei quali ha riportato la rottura del setto nasale, che sentiremo personalmente per accertarci delle loro condizioni di salute”.

LM