Home Notizie Cronaca Roma

Aree verdi invase dalla Galerucella dell’olmo

SHARE
galerucella2

Un problema che non si risolve con il ‘letargo’ invernale

AREE VERDI INVASE – Gli olmi della Capitale sono sotto attacco. Le fotografie e le segnalazioni non sono mancate negli ultimi mesi. Nemico degli olmi, presenti in tantissimi spazi verdi e lungo le strade dei nostri quartieri, è la Galerucella Luteola, detta anche Galerucella dell’olmo. Si è iniziato a parlare di questo insetto soltanto nel 2005, quando apparse in maniera considerevole nella regione Toscana, per poi spostarsi anche in altre regioni italiane. L’insetto in età adulta ha un corpo di forma stretta ed allungata (6-8mm), di colore giallo tendente al verde. Il capo della Galerucella è giallo, con una macchia triangolare ed antenne nere. Le larve sono invece di colore verde con alcune fasce gialle e possono arrivare a misurare 9mm. 

LA GALERUCELLA – Negli scorsi mesi abbiamo visto le fotografie degli Olmi in viale Leonardo da Vinci e nelle ultime settimane ci siamo accordi di una forte presenza della Galerucella anche in altre aree verdi del territorio, primo fra tutti il Parco Scott. La segnalazione è arrivata dal gruppo Retake Roma-Ardeatino, che lamenta i segni specifici dell’infestazione da questo insetto: soprattutto il fogliame bucherellato o ‘scheletrizzato’, come viene detto in gergo tecnico. Il periodo più intenso delle segnalazioni sono i mesi estivi e in molte occasioni è stato riferito che la presenza della Galerucella sarebbe scemata con l’inizio dei primi freddi. Tutto vero, anche se questo potrebbe non risolvere il problema.

UN PROBLEMA SOLTANTO ESTIVO? – Cerchiamo di capire qualcosa in più su questo piccolo insetto. Basta una veloce ricerca online e un paio di telefonate a vivai e ditte di disinfestazioni per sapere che la Galerucella compie due generazioni ogni anno, nei mesi più caldi, prima trascorrere l’inverno da adulto al riparo, spesso ai piedi della pianta o negli anfratti della corteccia. Nella prima metà di aprile gli adulti fuoriescono da questo ‘letargo’ per nutrirsi nuovamente delle foglie e deporre le uova. Così il ciclo ricomincia. Se con il freddo probabilmente vedremo scomparire la Galerucella non possiamo che prevedere il suo ritorno con i primi caldi del nuovo anno. Un problema quindi non risolto, ma solamente posticipato. Ma c’è di più. Infatti i continui attacchi di questo insetto, anno dopo anno, tendono ad indebolire le piante, che possono essere facili prede di infestazioni di funghi e altri parassiti. Risultato? Piante che muoiono, si seccano, si indeboliscono e cadono.

LE SEGNALAZIONI SU TUTTA ROMA – Sappiamo che una nota formale all’Assessore Estella Marino e al Dipartimento Ambiente di Roma Capitale, è stata inviata dal consigliere Regionale del Lazio Fabrizio Santori: “Una denuncia che ritengo doverosa perché ad oggi arrivano numerose segnalazioni provenienti da numerosi quartieri della Capitale da Prenestina all’EUR, passando per Villa Bonelli e San Giovanni, con cittadini da una parte infastiditi ma soprattutto preoccupati”.

LeMa

(Foto Gruppo Retake Roma-Ardeatino)

SHARE