Home Notizie Cronaca Roma

Arrivano i menu regionali nelle mense scolastiche del Lazio

SHARE
fettuccine

Un appuntamento con la qualità ed il gusto, una volta al mese, durante tutto l’arco dell’anno scolastico, alla scoperta delle tipicità del nostro Paese.

Il sindaco Alemanno, l’Assessore alle Politiche Educative Laura Marsilio ed un pool di nutrizionisti ed esperti hanno presentato le novità che riguardano “Menù regionali, la qualità sale in cattedra”  l’iniziativa destinata alle mense delle scuole dell’infanzia (comunali e statali), elementari e medie. Maggiore varietà nei piatti serviti ed un percorso educativo alla scoperta delle nostre migliori tradizioni culinarie, questo è lo scopo dell’iniziativa che ha visto la partecipazione di numerosi esperti del settore, i quali hanno rivisitato alcune delle ricette degli speciali menù, tenendo conto di vari aspetti oltre alla tipicità delle pietanze, come ad esempio l’apporto nutrizionale, i gusti dei bambini, la facilità di esecuzione delle ricette per il personale addetto ed infine la reperibilità degli ingredienti. “L’iniziativa  mi ha particolarmente coinvolto -sostiene lo Chef Angelo Troiani- perchè era fuori dalla mia quotidianità, è stato un piacere mettere la mia esperienza al servizio dei bambini, che rappresentano il nostro futuro e proprio per questo è importante divulgare il nostro patrimonio culinario, eccellenza mondiale”
L’Assessore Marsilio ci ricorda che “con questa iniziativa l’Assessorato intende riaffermare con soddisfazione la qualità delle mense scolastiche romane e dei percorsi didattico-formativi promossi dal Comune di Roma ed evidenziare la costante attenzione verso la salute ed il benessere dei più piccoli. Con questo progetto -prosegue la Marsilio- abbiamo voluto presentare piatti ed alimenti  caratteristici della nostra ricca varietà regionale con alcuni cenni di storia, geografia e folklore locale, scegliendo la forma del poster per accompagnare le classi elementari e medie lungo il corso dell’anno, mentre per i più piccoli è stato pensato un divertente cammino su e giù per lo Stivale da realizzare attraverso il gioco dell’oca”
Durante l’incontro di presentazione sono stati resi noti alcuni interessanti dati qualitativi che riguardano le materie prime impiegate per la preparazione dei pasti nelle mense: il 70% proviene da 400 aziende biologiche nazionali e circa il 26% dei prodotti ha il marchio Dop o Igp del Lazio e proviene da filiere corte e locali. E’ utile ricordare inoltre, che sarà possibile richiedere dei menù personalizzati e predisposti da dietiste municipali per alunni allergici, affetti da intolleranze o che per  motivi etnico religiosi vogliano un alternativa ai menù regionali.

Michela Romoli