Home Notizie Cronaca Roma

Bilancio Roma Capitale: previsto 1 mln di euro per Municipio

SHARE
campidoglio-roma

Dalle aree pedonali alle scuole, mantenendo l’attenzione sulla partecipazione dei cittadini

Tratto da Urlo n.122 febbraio 2015

ROMA – Nelle prossime settimane l’Assemblea Capitolina sarà chiamata all’approvazione del bilancio previsionale per il 2015 che, nel momento in cui scriviamo, sta passando per le Aule dei 15 Municipi della Capitale. La tempistica di presentazione del testo è stata salutata con favore da tutti i minisindaci, soprattutto dopo l’abituale ritardo e la conseguente necessità di procedere per stanziamenti mensili degli ultimi anni. Con l’approvazione in tempi certi del bilancio, hanno dichiarato più o meno tutti i minisindaci, si potrà tornare a fare programmazione, evitando di procedere in continua emergenza anche per semplici interventi da prevedere con largo anticipo. Importante la presenza di un milione di euro per ogni Municipio per il Piano di Investimenti. Fondi formalmente vincolati alla mobilità ma che, viste le necessità molto diverse dei territori, saranno sicuramente riorientati in altri capitoli di spesa. Operazione questa che ha portato a molte critiche e polemiche da parte delle opposizioni.
L’VIII è stato tra i primi Municipi a votare con favore il Bilancio, con la Vicepresidente, Anna Rita Marocchi, che ha voluto sottolineare le difficoltà di un documento in transizione verso il risanamento delle casse di Roma Capitale: “Stiamo ancora pagando l’accumulazione del debito lasciato dalla scorsa Amministrazione. Con l’approvazione nei tempi giusti si ribadisce il concetto di equità, perché l’Amministrazione potrà programmare gli interventi senza lavorare in emergenza”. L’Assessore alla Scuola e Lavori Pubblici, Paola Angelucci, spiega che si è proceduto secondo le priorità: “Continuiamo a dare importanza all’edilizia scolastica per creare un ambiente sano e sicuro per bambini: 205mila euro alla Scuola Padre Lais, per la costruzione di una scala di sicurezza, l’adeguamento anti incendio, la sistemazione giardino e una nuova sala mensa; 150mila euro per la Cesare Battisti, con il consolidamento di un solaio, la sostituzione dei quadri elettrici, la sistemazione dei servizi igienici e lo spostamento della mensa; la scuola Dalla Chiesa, con la pavimentazione delle aule da sostituire e la sistemazione dell’impianto elettrico”. Interventi questi, come spiegano Angelucci e il Presidente Catarci, che sono pensati per durare nel tempo e non per dover spendere nuovamente soldi pubblici a breve. “Il resto dei fondi verranno invece lasciati nel capitolo della mobilità, con degli interventi approfonditi su viale del Caravaggio e sui marciapiedi di viale di Tor Marancia”.
Dal Municipio XI il Presidente Maurizio Veloccia chiama a raccolta non solo le forze politiche, ma anche le realtà territoriali interessate alla programmazione: “I fondi stanziati con il Piano di Investimenti saranno destinati al finanziamento di interventi legati alla manutenzione del nostro patrimonio: strade, edifici pubblici ed aree verdi – sottolinea – Ci tengo a precisare che l’individuazione delle priorità sarà un processo che coinvolgerà ovviamente le forze politiche e il Consiglio municipale ma, soprattutto, le realtà territoriali e i cittadini”. L’intenzione è quella di procedere cercando di utilizzare i fondi in maniera omogenea sul territorio: “Vogliamo che siano utilizzati nel miglior modo possibile, senza particolarismi e localismi. In quest’ottica saranno sicuramente prioritari gli interventi in grado di lasciare un segno nel nostro territorio e, in particolare, per metterlo in sicurezza”. Inoltre dal Municipio XI fanno sapere che con i fondi stanziati dal bilancio si cercherà di continuare ad investire sul sociale, con particolare riguardo alla prevenzione delle situazioni di disagio. Ma anche guardando alla trasparenza e alla sobrietà, cercando di introdurre lo streaming delle sedute del Consiglio e la gestione informatizzata delle segnalazioni rivolte all’Ufficio Tecnico. “A questo si aggiungono i fondi (1 milione di euro) per il rifacimento del mercato di Macaluso a Marconi – spiega Veloccia – e la ristrutturazione straordinaria di tre scuole: il plesso di Ponte Galeria, quello di via delle Vigne e la scuola Pascoli a Marconi”.
Anche nel Municipio XII per l’utilizzo dei fondi si pensa alla partecipazione della cittadinanza, con la Presidente, Cristina Maltese, che prevede processi partecipativi per “dare un segnale preciso rispetto alla riqualificazione urbana. Abbiamo stornato, con un emendamento in sede bilancio, circa 120mila euro per manutenzione e arredi”, si tratta di panchine, arredi sulle strade commerciali e per i punti aggregazione. “Il resto – spiega Maltese – sarà destinato alle esigenze emerse dalla Carta dei Valori municipale”, il documento redatto con una serie di incontri con la cittadinanza promossi dall’Assessorato capitolino all’Urbanistica. “In quel testo risalta la propensione a restituire delle piazze all’uso pedonale – continua – quindi pensiamo alla pedonalizzazione di uno spazio davanti Porta San Pancrazio, che comunque ha bisogno di una riqualificazione, oppure in piazza Madonna delle Salette”. La Presidente Maltese ci ha poi parlato della possibilità di utilizzare nel suo territorio i sampietrini della Capitale, ricostruendo il sagrato di alcune chiese oppure per lo spazio pedonale da istituire a San Pancrazio. Dalla partecipazione dei cittadini è anche emerso il caso di piazza Scotti: “Pensavamo di creare continuità verso il marciapiede – spiega Maltese – Con alcuni accorgimenti alla viabilità dell’area si permetterà ai cittadini di raggiungere in sicurezza il giardinetto centrale”.
Anche il Municipio IX ha ottenuto il voto positivo dell’Aula sul Bilancio previsionale. Non senza qualche criticità legata all’errata presentazione in Consiglio della documentazione, situazione rilevata immediatamente dall’opposizione municipale che ha così ritardato fino al 3 febbraio l’approvazione del testo. Anche il Presidente Andrea Santoro ha salutato con favore la presenza di un milione di euro a Municipio: “Possiamo finalmente avviare la seconda fase di governo del territorio: la stagione che, dopo le emergenze, ci consente di programmare gli interventi di miglioramento e di sviluppo. Decideremo in piena trasparenza con la partecipazione dei cittadini gli interventi da adottare, soprattutto nelle periferie”. Sono certamente molte le richieste di interventi, più o meno complessi, pervenute in via Silone: “Metteremo in campo opere di riqualificazione urbana, zone da pedonalizzare e aree di aggregazione – seguita il Presidente – Ciò a beneficio, soprattutto, delle periferie che fino ad oggi non hanno avuto nulla se non le bollette con le tasse da pagare”. Attenzione anche alle piazze dei quartieri periferici, spesso privi di luoghi di aggregazione, ma anche alle pedonalizzazioni: “Immagino una piccola piazza a Castel di Leva. E in zone più centrali pensiamo che possa essere utile pedonalizzare, pur parzialmente e non h24, un’area di viale Europa, realizzando con un progetto concordato con commercianti e residenti – aggiunge Santoro – Un’altra area da pedonalizzare è a Vitinia, nei disegni dei bambini delle scuole del quartiere sulla ‘Vitinia che vorrei’ c’è sempre una piazza – conclude il minisindaco – Sono piccole iniziative che fanno sentire i cittadini parte di una comunità”.

Leonardo Mancini