Home Notizie Cronaca Roma

Biotestamento: Al via il registro nel X municipio.

SHARE
biotestamento

Pronto ad aderire al progetto anche il XVI municipio. Contrario il Campidoglio. Da ieri presso il X municipio sarà possibile depositare il proprio testamento biologico.

La procedura da seguire è quella dell’atto notorio sostitutivo che attesta le volontà sul fine vita di chi lo sottoscrive.
Il X municipio non è nuovo ad attività del genere considerato che lo scorso anno aveva già attivato uno sportello per le unioni civili. Sportello che però non aveva avuto il successo previsto.
La prima a depositare il testamento biologico è Mina Welby, moglie di Piergiorgio Welby, che al momento dell’atto dichiara: “Questo è un momento solenne. Sarebbe ideale che ogni municipio ed ogni comune si attrezzasse per avere il suo registro”.
Euforico il Presidente del Municipio Sandro Medici : ” Tutti i romani potranno depositare il proprio testamento biologico da noi”.
Anche nel municipio XVI è stata effettuata una richiesta, da parte del PRC, di poter istituire il medesimo sportello. “Sportello che -dichiara Ortu (PRC)- non è ideologico ma serve semplicemente a migliorare la vita dei cittadini. Inoltre – continua – è tutto regolare perché non c’è nessuna norma e nessuna legge che vieta la sua istituzione”.
A loro si associa Mario Staderini della direzione nazionale dei Radicali Italiani, promotore dell’iniziativa presso il Comune di Roma :” Bene il Municipio X ora è il tempo del Comune”.
Ma dal Campidoglio arriva l’alt. Alemanno fa sentire la sua voce : “invito il presidente Medici a recedere dalla sua iniziativa che ha un chiaro sapore ideologico”.
Anche Gazzellone vicecapogruppo Pdl del Consiglio Comunale è contrario all’iniziativa: “Il tema sollevato dal presidente del X Municipio, Sandro Medici, è sicuramente di portata troppo importante per essere lasciato ad una scrittura su un ennesimo quadernuccio, illegale e inutile, istituito presso un Municipio. Non posso che associarmi all’invito di Alemanno di tornare indietro e consiglio a Medici di preoccuparsi di garantire l’efficienza amministrativa e l’efficacia politicache i cittadini del X Municipio gli chiedono”.

Damiano Oliva