Home Notizie Cronaca Roma

Buche: lunedì la commissione Trasparenza sul Piano Marshall capitolino

Palumbo Pd: “Gli interventi effettuati durano meno di tre giorni. Un fiume di denaro inghiottito dalle buche”

SHARE

LE BUCHE – Parla di ‘rattoppi catastrofici’ il presidente della commissione capitolina Trasparenza, il consigliere democratico Marco Palumbo. E lo fa annunciando per lunedì prossimo una seduta della commissione da lui presieduta proprio in tema di buche. Sotto accusa il cosiddetto ‘Piano Marshall’ della giunta capitolina. Fondi per circa 17 milioni di euro che servirebbero a risolvere la situazione di 50mila buche in tutta la Capitale.

L’EMERGENZA – Le critiche sono soprattutto inerenti alle metodologie di intervento impiegate dall’Amministrazione capitolina: “Gli interventi effettuati durano meno di tre giorni. Un fiume di denaro inghiottito dalle buche mentre Roma è sempre più in emergenza – scrive Marco Palumbo in una nota – Automobilisti, motociclisti e ciclisti sempre più costretti a ricorrere alle cure dei pronti soccorso e quando va bene a fare i conti dei danni. Come è possibile tutto ciò? Quali materiali sono stati usati?”.

GLI INTERVENTI – Le domande cui cercherà di rispondere la commissione convocata per lunedì partono dal servizio della trasmissione televisiva Carta Bianca, che mette in luce alcune criticità nelle tipologie e nei materiali con cui si interviene a Roma sulle buche. “I rimedi adottati per la manutenzione delle strade di Roma sono solo un palliativo di poche ore – continua Palumbo – Nel servizio televisivo è stato evidenziato come in commercio siano presenti materiali più resistenti e soprattutto più duraturi che invece l’amministrazione comunale sembra ignorare”. L’attenzione è al metodo utilizzato dall’associazione tappami, con la quale il Municipio II ha stipulato addirittura un protocollo d’intesa. Volontari che intervengono sulle piccole e grandi buche per mettere in sicurezza alcune strade.

VIA SALARIA – Esemplare, secondo Palumbo, è l’episodio di via Salaria, dove in poche ore più di 50 autovetture hanno riportato danni a causa di una buca particolarmente profonda ed esposta. “Sperperare fondi già esigui per interventi destinati a durare una manciata di ore è da irresponsabili – sottolinea ancora Palumbo – ed è ancor più da incoscienti non intervenire immediatamente su situazioni di pericolo per l’incolumità pubblica come quelle registrate ad esempio su via Salaria. Considerando che da 2 anni la giunta Raggi non fa manutenzioni stradali, verrebbe da chiedere che fine ha fatto l’operazione StradeNuove”.

IL CASO DEL MUNICIPIO XI – Da riportare la denuncia dei consiglieri del Pd in Municipio IX, dove una mozione presentata proprio dalle minoranze, in merito all’emergenza delle buche, è stata bocciata dalla maggioranza 5Stelle perché il problema sarebbe stato già superato: “Ci vuole un grande coraggio per fare una tale affermazione viste le condizioni delle strade – hanno ribattuto i consiglieri Maurizio Veloccia, Gianluca Lanzi, Giulia Fainella e Angelo Vastola – Vadano a dirlo ai cittadini che ogni giorno sono costretti allo slalom tra le buche o alla sostituzione degli pneumatici danneggiati”.