Home Notizie Cronaca Roma

Campidoglio: dopo le minacce Marino accetta la scorta

SHARE
IGNAZIO-MARINO-facebook

Secondo il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza le minacce rivolte al Sindaco sarebbero credibili

LA DECISIONE – Dopo le minacce contenute in una lettera assieme ad un proiettile inesploso calibro 9, rinvenuta nel centro di smistamento di Fiumicino due giorni fa, il Sindaco Marino ha deciso di accettare la scorta

LA LETTERA DI MINACCE – Le minacce, rivolte alla sua persona e ai suoi familiari, riguardavano l’azione intrapresa dalla Giunta Capitolina in relazione alla lotta contro l’abusivismo commerciale. Ignazio Marino ha accettato il provvedimento dopo la decisione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza di innalzare il “dispositivo di tutela”.

LA POSIZIONE DI GABRIELLI E D’ANGELO – Dal Campidoglio fanno sapere che sia il questore di Roma, Nicolò D’Angelo, che il prefetto Franco Gabrielli, giudicherebbero credibili le minacce indirizzate al primo cittadino e ritengono dunque necessario un servizio di protezione rafforzato. “Da queste attente valutazioni – spiega il Campidoglio – discende la decisione del sindaco Ignazio Marino, che in passato aveva sempre rifiutato misure di tutela”.