Home Rubriche City Tips

Capodanno: Skin tra i 1000 artisti per 24 ore della Festa di Roma 2020

SHARE
Roma-Capodanno

IL CAPODANNO ROMANO – La Festa di Roma 2020 anche questo Capodanno animerà la capitale per 24 ore, dalla sera del 31 dicembre alla sera del primo gennaio. Quest’anno la regia ed il coordinamento artistico sono a cura di Fabrizio Arcuri, Francesca Macrì e Claudia Sorace. La Festa sarà dedicata al tema della Terra ad al rapporto fra Uomo e Natura dove i 5 ecosistemi coesisteranno e si contamineranno nella vasta area tra Piazza dell’Emporio, Ponte Fabbricio, Giardino degli Aranci e Piazza Bocca della Verità. Grazie a performance artistiche e scenari visionari verranno realizzati gli ecosistemi di acqua dolce e il mondo dei ghiacci, il mondo colorato dei pascoli e delle praterie, il mondo dei deserti, delle foreste e dei boschi ed il mondo del mare.

L’ORGANIZZAZIONE –  “Madre Terra”, il tema della Festa di Roma 2020 è di Chiara Fazi. L’artwork interamente dipinto a mano e animato digitalmente è stato pensato appositamente per far immergere lo spettatore all’interno di tanti mondi con dimensioni surreali e temi naturali. La manifestazione è promossa da Roma Capitale con la collaborazione del tavolo tecnico per la produzione culturale contemporanea, coordinato dal Dipartimento Attività Culturali ed il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura. Il Capodanno romano di realizza anche grazie alla collaborazione della Sovrintendenza Capitolina dei Beni Culturali ed il Parco Archeologico del Colosseo.

ALCUNI DEI 1000 ARTISTI – La Festa inizierà il 31 dicembre alle 21, con l’apertura dal Circo Massimo di Ascanio Celestini, il quale intratterrà il pubblico con una favola da lui scritta appositamente sul tema della Terra. Seguirà la compagnia andalusa Aerial Jockey Strada con musiche del PMCE, che suonerà le quattro stagioni di Vivaldi riscritte da Max Richter. Dopo il countdown per la mezzanotte e lo spettacolo pirotecnico realizzato da Acea, partirà il dj set di Skin, icona pop rock, leader della band inglese Skunk Anansie, portavoce dei diritti umani. Skin come un ideale centro della Terra, dove proporrà una miscela di indi-rock, electro e house fino alle 3 del mattino. La Festa continuerà quindi già dalle prime ore del primo gennaio fino alla sera seguente. Prenderanno vita installazioni e disegni di luci. La mattina sarà dedicata alla scoperta del territorio con “Pratiche di abitazione artistica del paesaggio” a cura di Biblioteche di Roma; quattro passeggiate artistiche per adulti e bambini guidate dagli artisti e performer Leonardo Delogu e Valerio Sirnia. Nelle prime ore del pomeriggio ci si sposterà nella zona della Bocca della Verità, Giardini degli Aranci per interventi artistici di importanti compagnie internazionali. Vi saranno 18 siti specificatamente realizzati per far immergere gli spettatori nei diversi ecosistemi ed all’interno di questi, partecipare attivamente a performance video e musicali.

CALL E PARATE – Fondazione della Musica chiamerà a raccolta 100 chitarristi che formeranno un’orchestra che si esibirà nella Piazza dello Sviluppo Economico. L’Azienda speciale del Palaexpo porterà a Roma l’arista danese Karoline H. Larsen, che con una squadra di venti persone tesserà un “filo d’Arianna” cioè come l’omonima novella, lunghissimi fili colorati su un gigantesco ordito, andando così a trasformare in un labirinto, l’area verde di largo Amerigo Vespucci. Dal Teatro di Roma è partita invece una call pubblica a 200 cittadini, adulti e bambini per prendere parte all’opera collettiva del francese Oliver Grossotete, che per questo evento speciale evento creerà una costruzione di 15metri per 15, dove riprodurrà il Teatro Marcello, in cui si esibirà, una volta realizzato, Antoine Le Mènestrel, acrobata specializzato in parkour. Aperta a tutti invece sarà la parata sul lungotevere proposta dall’Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna, in cui i musicisti con testa d’ariete si esibiranno in canti e balli popolari dell’Italia centro-meridionale. Le iniziative saranno tutte interamente gratuite e poste al servizio ed allo svago dei cittadini. Una quarta edizione piena di novità esclusivamente realizzate per Roma Capitale pensate per chi vuole passare Capodanno all’insegna dell’intrattenimento e della cultura.

Alice Conti