Home Notizie Cronaca Roma

Ciclabile Tevere: ancora chiusa dopo il crollo a Ponte Sublicio

SHARE
ciclabile crollo Ponte Sublicio

I cittadini lanciano una petizione per un ‘pronto e immediato ripristino’

IL CROLLO – Nel pomeriggio del 22 luglio scorso un pezzo di parete degli argini del Tevere, in prossimità di Ponte Sublicio (Porta Portese), si è staccata crollando sulla pista ciclabile sulla riva del fiume. Fortunatamente nessun ciclista o pedone si trovava a transitare in quel punto al momento del crollo, nonostante la zona sia molto frequentata da ciclisti e da chi pratica jogging.

LA SITUAZIONE DOPO DUE MESI – L’area del crollo è stata transennata e il passaggio sulla ciclabile interrotto. Da quel momento in poi nessun intervento. Le transenne restano, così come i materiali distaccatisi dall’argine. I ciclisti sono costretti ad una deviazione, anche se i più indisciplinati scavalcano le transenne nonostante i rischi.

LA PETIZIONE – Intanto sono i cittadini ad alzare la voce, lanciando una petizione online per il ripristino della ciclabile. Estensore della petizione online è Salvatore Serra, rappresentante del CdQ Marconi: “Chiediamo il ripristino della ciclabile che da mesi è interrotta con grande danno per la cittadinanza di Roma, che utilizza quella struttura per correre, andare in bicicletta o semplicemente passeggiare – si legge nel testo diretto al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – La situazione è pericolosa in quanto i cittadini, data la cronica mancanza di strutture che favoriscano la ciclabilità urbana, attraversano quella zona a rischio di ulteriori crolli. Chiediamo pertanto un pronto ed immediato ripristino”.

LeMa