Home Notizie Cronaca Roma

City Angels: una donazione inaspettata per i ‘baschi blu’

SHARE
city angels

I volontari dei City Angels distribuiranno 100 sacchi a pelo ai clochard della Stazione Termini

I CITY ANGELS – Con la morsa del gelo che ha stretto la Capitale sono giorni, e notti, molto duri per i senza fissa dimora. Tra le tante associazioni e organizzazioni che si occupano di sostenere queste persone nelle fredde noti di Roma ci sono i City Angels, fondati nel 1994 a Milano da Mario Furlan, docente universitario di motivazione. “I volontari di strada d’emergenza – spiega Andi Xhelili, Coordinatore dei City Angels romani – hanno tra i 20 e 45 anni, il 52% sono donne e oltre che ai senzatetto offrono il loro supporto a tossicodipendenti, etilisti, vittime della violenza, persone e animali in difficoltà. Una onlus pronta ad intervenire nei casi d’emergenza, un’aquila che protegge la città”. Ogni settimana i volontari operano sulle strade della Capitale per assistere i senza fissa dimora e per aiutare cittadini in difficoltà come ad esempio, prestando un servizio di scorta a donne sole che si espongono a dei rischi rientrando a casa in ore serali o notturne non accompagnate.

UNA DONAZIONE INASPETTATA – Centinaia di volontari che operano nell’assoluto anonimato, fuori dalle luci dei riflettori, riconosciuti solo per il basco blu e la giubba rossa, simboli distintivi degli attivisti. In loro soccorso in questi giorni è arrivata una donazione inaspettata: “Grazie alla donazione di un generoso, quanto inaspettato benefattore, il signor Feliciano, titolare del “Mercatino Compra Vendita Usato” di Talenti – in via Matteo Bandello, 13 Roma – da sempre sensibile ed attento alle problematiche dei senzatetto i City Angel doneranno ben 100 sacchi a pelo ad altrettanti senzatetto presenti nella Capitale – spiegano gli attivisti in una nota – La distribuzione avverrà il prossimo 28 gennaio, alle ore 21:00 in Piazza dei Cinquecento presso la Stazione Termimi, luogo dove i clochard si concentrano maggiormente”. “Certo sono pochi, rispetto ai circa 5mila clochard presenti città – aggiunge il coordinatore romano degli Angels – ma per ben 100 di loro la vita cambierà in meglio, e questo è l’importante”.

MANCA UNA SEDE – L’organizzazione è presente nella Capitale dal 2000, ma nonostante i grandi sforzi messi in atto per migliorare sensibilmente la vita dei clochard, non ha ancora ancora ottenuto una sede stabile: “Contrariamente, a quanto è accaduto nelle altre 16 città italiane dove siamo presenti, il Comune di Roma, nonostante più volte sollecitato, non ha ancora messo a disposizione una sede agli “Angels”.

L’APPELLO ALLA PARTECIPAZIONE – È la consigliera del Municipio VIII, Alessandra Bonaccorsi, a parlarci della sua personale esperienza con i City Angels: “Volevo dare una mano a chi è abbandonato, ma anche per vedere con i miei occhi come lavorassero (quando si dona, spesso non si è sicuri dove vanno a finire le cose). Sono un gruppo meraviglioso che va due volte a settimana va per le stazioni di Roma, Ostiense, Termini e Tiburtina e distribuiscono ciò che possono in base alle donazioni ricevute”. Da questa esperienza è partito l’appello a contribuire (non economicamente) al lavoro di questi attivisti: “Stanno facendo una raccolta di materiale da distribuire in strada a chi è in difficoltà – prosegue Alessandra Bonaccorsi – Le cose che possono essere utili sono: coperte, sacchi a pelo, giubbotti maglioni pantaloni scarpe uomo, cibo in scatola o non deperibile, thè freddo in bottiglia, thè concentrato da preparare, latte a lunga conservazione, bicchieri e forchette di plastica, vaschette in alluminio monoporzione con coperchio”. Le donazioni, in assenza di una sede, possono essere organizzate direttamente con i referenti dell’associazione (A. Genovese 330648946).

LeMa