Home Notizie Cronaca Roma

COMUNE DI ROMA. BILANCIO DI PREVISIONE 2009, CHE COS’E’?

SHARE

Iter burocratico e ammontare di fondi per il documento che vincolerà l’ordinaria amministrazione e i nuovi investimenti
Tutti gli anni, entro il 31 dicembre, (quest’anno prorogato al 31 marzo) l’amministrazione comunale è tenuta a redigere e ad approvare il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario  successivo (l’esercizio finanziario è la durata dell’anno contabile che per i comuni coincide con quello solare e va pertanto dal 1° gennaio al 31 dicembre), ed il bilancio triennale di previsione per i tre esercizi successivi.

Sembra un inestricabile insieme di numeri, destinato solo agli addetti ai lavori. Il bilancio del Comune, invece, è un documento importante che tutti i cittadini dovrebbero capire e conoscere: in quei numeri, infatti, è scritto tutto ciò che accadrà nei prossimi mesi, dall’ordinaria amministrazione ai nuovi investimenti.
Il bilancio di previsione è redatto ed approvato dalla giunta comunale (la giunta comunale è l’organo esecutivo del Comune, è presieduta dal sindaco ed è composta da un numero di assessori variabile secondo le dimensioni del Comune e le previsioni dello statuto), sulla base delle ipotesi tecniche fornite dal servizio di ragioneria e corredata dal parere dei revisori contabili (il collegio dei revisori è un organismo indipendente dal Comune ed ha funzioni di controllo sull’attività di amministrazione con poteri di ispezione e di verifica). La proposta è portata all’approvazione definitiva del consiglio comunale che, nei tempi e modi previsti dal regolamento di contabilità, procede alla sua approvazione o alla determinazione di eventuali emendamenti.
Nel bilancio di previsione l’amministrazione indica quali risorse finanziarie intende reperire e come intende utilizzare questa risorse. Il bilancio di previsione contiene quindi, dal punto di vista numerico, delle previsioni d’entrata e d’uscita.
Il bilancio di previsione approvato dalla giunta del Comune di Roma è di 3,51 miliardi di euro, pari alla spesa corrente del Comune per il 2009. Gli investimenti invece previsti per il triennio 2009-2011 ammontano a 3 miliardi e 230 milioni di euro. È quanto prevede il bilancio previsionale 2009 approvato dalla giunta capitolina. Tra le voci principali della spesa corrente: le politiche sociali (605 milioni), educative e scolastiche (477 milioni), trasporto pubblico (789 milioni), polizia locale (347 milioni). Per la parte investimenti il Campidoglio ha deciso di dare priorità alle opere già messe in cantiere in precedenza e finanziate con l’indebitamento. Al 2009 saranno destinati 1 miliardo e 900 milioni mentre per il 2010 sono previsti 817 milioni e per il 2011 circa 513 milioni.
Il bilancio di previsione è stato approvato dalla giunta comunale il 9 febbraio 2009. Il 26 marzo verrà sottoposto all’approvazione definitiva da parte del consiglio comunale.

Simona D’Auria

Urloweb.com