Home Notizie Cronaca Roma

Cosa c’è dentro la Nuvola di Fuksas

SHARE
nuvola 7

Presentato oggi lo stato dei lavori del Nuovo Centro Congressi dell’Eur

 

LO STATO DEI LAVORI – Oggi è stato presentato, alla stampa e agli addetti ai lavori, lo stato dei lavori del Nuovo Centro Congressi dell’Eur, la cosiddetta Nuvola dell’archistar Massimiliano Fuksas, alla presenza di quest’ultimo, di sua moglie Doriana, del Presidente di Eur Spa, Roberto Diacetti e del nuovo Amministratore delegato della società, Enrico Pazzali. L’avveniristico “colosso fluttuante” che si staglia sullo skyline del quartiere, probabilmente vedrà la luce per maggio 2016. Ci sono molte cose ancora da mettere a punto, ma la maggior parte del lavoro, a quanto pare, è stato fatto. Per l’annuncio ufficiale dell’inaugurazione si dovrà attendere qualche tempo.

IL CANTIERE – I lavori della Nuvola sono iniziati nel 2008 ma il concorso internazionale di architettura che vide la vittoria di Fuksas risale al 1998. Ci sono voluti, se verranno rispettate le previsioni di apertura, otto anni per la sua realizzazione.

LA VENDITA DEGLI IMMOBILI – Il completamento del Centro Congressi sarà effettuato grazie all’operazione di vendita di alcuni immobili all’Inail. Come si legge in una nota “Eur Spa ha concluso con successo la ristrutturazione del debito con il sistema bancario. Ieri l’atto definitivo, il closing dell’accordo con le banche creditrici che consente alla Società di incassare 264 milioni di euro, proprio a seguito della vendita conclusa lo scorso 30 novembre di 4 edifici all’INAIL per ritrovare l’equilibrio finanziario e la certezza di avere disponibilità di risorse per portare a completamento i lavori del Nuovo Centro Congressi La Nuvola”.

LA NUOVA DIRIGENZA – “Dopo una fase molto difficile – ha dichiarato l’Amministratore Delegato Enrico Pazzali – siamo soddisfatti di avere disponibili i mezzi finanziari necessari alla realizzazione della Nuvola. Di questo vorrei ringraziare l’INAIL che con grande serietà e professionalità ci ha permesso di portare a termine questa operazione. Con oggi si conclude una fase di grande incertezza, inauguratasi con il concordato in bianco, dalla quale usciamo per imboccare la via che ci porterà al primo traguardo: la piena operatività della Nuvola”. “L’operazione – ha commentato il Presidente Roberto Diacetti – che ha una valenza strategica rilevante, è in linea con gli obiettivi di crescita e sviluppo che ci siamo dati. Guardiamo quindi al futuro con ottimismo, consapevoli che ci sia molto da fare, ma altrettanto fiduciosi nel rilancio della Società e nell’inserimento di Roma sul mercato mondiale dei congressi.

Serena Savelli

nuvola 8nuvola 9nuvola 10