Home Notizie Cronaca Roma

Differenziata: anche l’Università Lateranense aderisce alla nuova raccolta

SHARE
Protocollo Ama-Pontificia università Lateranense 2

L’Ateneo Pontificio con i suoi 2000 utenti aderisce al servizio Grandi Utenze dell’AMA

IL PROTOCOLLO – Dopo la Benemerita, anche la Pontificia Università Lateranense ha siglato oggi l’accordo con AMA per la differenziata. Un’operazione questa che porterà il coinvolgimento nel piano degli oltre 2000 utenti dell’Ateneo. Il protocollo sperimentale per l’attivazione del servizio mirato “Grandi Utenze” di raccolta differenziata, è stato siglato presso la sede dell’Università Lateranense in piazza San Giovanni in Laterano dal Rettore dell’istituto, Sua Ecc.za Monsignor Enrico Dal Covolo, e dal Presidente di Ama Daniele Fortini, avrà una durata di 24 mesi e sarà rinnovabile. “Questo protocollo d’intesa – spiega il Rettore della Pontificia Università Lateranense, il vescovo Enrico Dal Covolo – evidenzia l’intenzione del nostro Ateneo di orientare le proprie scelte verso soluzioni rispettose dell’ambiente. È un nostro obiettivo prioritario, in linea con il Magistero di Papa Francesco che, proprio durante la Messa di Inaugurazione del suo Pontificato, rivolgendosi ai potenti del mondo, chiese loro di rispettare l’ambiente e l’intero creato”.

I NUMERI DELL’ACCORDO – “Con la stipula del Protocollo – si legge in una nota di AMA – sarà avviata una campagna di comunicazione per diffondere, tra il personale e gli utenti, in totale 2mila abitanti equivalenti, le corrette pratiche di differenziazione e conferimento dei rifiuti e saranno realizzati incontri periodici di formazione tra i tecnici Ama e il personale addetto alla pulizia dei locali interessati”. Intanto dall’AMA sono stati consegnati all’Università 300 eco-box: 150 con coperchio bianco destinati alla raccolta di carta, cartone e cartoncino; 150 con coperchio blu per il conferimento del multi-materiale (contenitori in plastica, vetro e metallo). In aggiunta, presso la struttura sarà anche attivato il servizio dedicato di raccolta differenziata degli scarti alimentari e organici provenienti dalla mensa.

IL MONITORAGGIO – AMA durante l’intervento effettuerà un’attività di monitoraggio per stabilire la corretta differenziazione dei materiali. Il controllo di qualità sul conferimento differenziato sarà attuato anche attraverso un “Rating ecologico” di certificazione. Questo sistema di valutazione qualitativa e quantitativa della raccolta differenziata prevede i seguenti punteggi: 6/7 (Singola R), 8/9 (Doppia R), 10 (Tripla R), nel caso in cui tutte le fasi della raccolta differenziata, dalla comunicazione al conferimento, siano effettuate correttamente. “Ringrazio la Pontificia Università Lateranense per la sensibilità dimostrata aderendo con convinzione al progetto di raccolta differenziata per le “Grandi Utenze” – dichiara il Presidente di Ama, Daniele Fortini –. L’azienda, in stretta sinergia con Roma Capitale, è fortemente impegnata nella ricerca di strategie mirate per migliorare ulteriormente le percentuali di materiali da avviare a riciclo. La promozione delle buone pratiche di gestione dei rifiuti anche in spazi legati al lavoro, allo studio, al tempo libero è fondamentale per far comprendere ai cittadini quanto sia importante il loro contributo per la salvaguardia dell’ambiente”.