Home Notizie Cronaca Roma

Dimissioni Marino: verso l’audizione del Sindaco in Consiglio

SHARE
baglio e marino

Saranno i capigruppo a decidere sulla convocazione in Aula Giulio Cesare

LA CAPIGRUPPO – Si avvicina la data del 2 novembre, giorno in cui le dimissioni del Sindaco Marino diverranno effettive. Intanto la Presidente dell’Assemblea Capitolina, la consigliera PD Valeria Baglio, ha indetto per la prossima settimana una riunione dei Capigruppo per decidere se convocare o meno il Sindaco uscente in Aula Giulio Cesare. 

LA RICHIESTA DI CONVOCAZIONE – La richiesta per la convocazione è stata presentata, così come prescrive lo Statuto di Roma Capitale, da 12 consiglieri d’opposizione. Con la missiva si chiede la convocazione dell’Aula e l’audizione di Marino. A firmare la richiesta sono stati consiglieri Dario Rossin, Barbato, Cozzoli, Cantiani, Pomarici, Stefàno, Frongia, Raggi, Alemanno, Onorato, Bordoni e Quarzo. È l’articolo 27 del regolamento che al comma 2 spiega la possibilità di convocare l’Aula “per ragioni etiche, oltre che politiche – si legge nella missiva – in quanto le dimissioni del Sindaco e i pesanti riflessi della situazione di Roma e del prossimo futuro, anche in vista del Giubileo, richiedono una verifica doverosa in termini politici, comunicativi e di dialettica istituzionale”. Nella lettera i firmatari richiedono la presenza in Aula del Sindaco “per chiarire ogni risvolto che lo ha indotto a rimettere il suo mandato”.

IL SINDACO USCENTE – Lo stesso Marino nella giornata di ieri ha parlato della possibilità di intervenire in Aula Giulio Cesare. Lo ha fatto con una breve nota stampa a seguito dell’incontro con il Senatore Francesco Giro, Responsabile Enti Locali di Forza Italia: “Ho ascoltato la sua severa preoccupazione e la sua determinata richiesta di non spiegare le ragioni delle mie dimissioni in stanze chiuse, ma nei luoghi deputati a questo dalle regole democratiche – ha detto Marino – Lo ringrazio per il modo diretto con cui mi ha trasferito il suo pensiero”.

LeMa

 

SHARE