Home Notizie Cronaca Roma

Ecco il piano per sconfiggere l’evasione

SHARE
autobus2

“Il primo tornello verrà installato sulla linea 709 in servizio da e per Ostia” questo ciò che annuncia l’Assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Sergio Marchi. Successivamente verrà esteso, entro l’anno, alle linee suburbane. Si tratta di un passo fondamentale e decisivo, per abbattere in modo definitivo l’evasione sui titoli di viaggio e dunque una manovra che dovrebbe consentire il recupero di preziose risorse da reinvestire poi nel trasporto pubblico. La sperimentazione sui 12 autobus della linea 709 partirà tra la fine di giugno e l’inizio di luglio e durerà tre mesi. “Al momento verrà installato sugli autobus a due porte, perché hanno le caratteristiche migliori sia per il controllo da parte del conducente sia per la discesa dal mezzo dei passeggeri – spiega Norberto Raponi, responsabile del servizio logistica Atac – il modello del tornello è quello già in uso dall’Atm di Milano e consente il passaggio sia con la tessera sia con il biglietto. È previsto poi un dispositivo di sicurezza che può sbloccare il “cancelletto” in caso di emergenza o di eccessivo affollamento”. Abbandono quindi per il passaggio gratis in bus. Dopo anni di attese e progetti ecco in arrivo i tornelli sui mezzi di trasporto di superficie della Capitale, dove si registra ancora un’evasione record. Il primo tornello verrà installato a fine giugno su 12 autobus della linea che collega Roma a Ostia e, a ottobre, le sbarre anti evasione saranno montate su tutte le linee suburbane. Tre mesi dunque la sperimentazione e poi i tornelli ci saranno per tutti. Altro punto a favore? costi irrisori per l’ installazione (sui 12 autobus della linea 709 è di 49.500 euro) se si pensa all’abbattimento totale dell’evasione.

Marzia Lazzerini