Home Rubriche City Tips

Elezioni Europee 2019: ecco la guida al voto

Tutte le informazioni necessarie per partecipare alla tornata elettorale del 26 maggio

SHARE

QUANDO – Per le elezioni Europee si voterà domenica 26 maggio 2019. Le urne saranno aperte dalle ore 7.00 alle 23.00, orario dopo il quale inizieranno gli scrutini. I deputati al parlamento europeo sono eletti per 5 anni e si vota in tutti gli stati membri tra il 23 ed il 26 maggio.

CHI PUÒ VOTARE – Possono votare tutti i cittadini che hanno compiuto 18 anni e sono regolarmente iscritti nelle liste elettorali, dovranno aver compiuto la maggiore età entro il 26 maggio 2019. La tessera elettorale attesta la propria iscrizione e permette con la carta d’identità di esercitare il diritto di voto. Possono votare anche gli elettori appartenenti ad altri Paesi membri dell’Unione Europea, a patto che abbiano ottenuto una valida iscrizione nell’apposita lista elettorale del comune italiano di residenza.

LA TESSERA ELETTORALE – Va presentata insieme ad un documento di identità in modo che sia possibile verificare l’intestatario della tessera. Se scaduta o smarrita bisognerà recarsi per tempo negli uffici elettorali municipali o centrali. L’ufficio elettorale resterà comunque aperto nei due giorni precedenti alle elezioni con orario dalle 9 alle 18, ed il giorno 26 dalle 7 alle 23.

COME SI VOTA – Il voto si esprime scrivendo nome e cognome, o solo il cognome dei candidati scelti alla stessa lista. Il voto di lista si esprime tracciando con la matita che vi verrà data al seggio, una X sul contrassegno (logo) corrispondente alla lista prescelta. Si possono esprimere fino a 3 referenze, ma in questo caso, devono riguardare candidati di sesso diverso, altrimenti verranno annullati i nomi appartenenti alla seconda e terza preferenza. In caso di identità di cognome fra più candidati, si deve scrivere sempre il nome e il cognome.

I SERVIZI ELETTORALI – I comuni mettono a disposizione un servizio navetta per persone con gravi impossibilità del muoversi o per non vedenti, gratuito che porta direttamente al seggio di appartenenza. I tossicodipendenti ed i detenuti potranno votare dove si trovano, a patto che abbiano fatto domanda per tempo. In cado di grave situazione di infermità, si potrà votare da casa. Per chi ha problematiche fisiche ed ha bisogno dell’accompagno in cabina elettorale, potrà farlo grazie all’esibizione di un apposito certificato medico. Per poter votare in uno di questi casi, bisogna comunque fare richiesta al Comune di Roma.

Alice Conti