Home Notizie Cronaca Roma

Eur: si procede verso una riapertura parziale del Museo della Civiltà Romana

Il polo museale è chiuso dal 2014, finalmente a settembre potrebbe arrivare la parziale riapertura

SHARE

EUR – Il collaudo dei lavori di adeguamento del Museo della Civiltà Romana all’Eur è previsto per il prossimo mese di settembre. Dopo questo necessario passaggio si potrebbe arrivare in breve tempo ad una riapertura ‘parziale’ della struttura che ospita, tra le altre cose, il plastico di Gismondi della Roma Imperiale. A rendere nota questa notizia è il M5s capitolino attraverso la presidente della commissione Cultura Eleonora Guadagno: “Sono in fase di ultimazione gli interventi avviati nel giugno del 2017: con la Commissione di oggi – 13 maggio Ndr – si è voluto raccogliere gli aggiornamenti relativi ai lavori in corso nel Museo per condividere con i cittadini un primo grande risultato che potrebbe consentirne la restituzione alla Città”.

LA VICENDA – Il 28 gennaio del 2014 chiudevano le sale del Museo della Civiltà Romana e del Planetario e Museo Astronomico dell’Eur. Gli edifici esempio del razionalismo italiano hanno smesso di accogliere i visitatori per procedere agli impellenti lavori di adeguamento, necessari per rendere sicuro il posto di lavoro dei dipendenti della struttura. Nonostante le richieste dell’allora minisindaco Santoro e le rassicurazioni del Sindaco Marino, l’iter per la ristrutturazione del polo sembrava bloccato. A tre anni dalla chiusura la vicenda è tornata sotto i riflettori, grazie all’attento lavoro di un gruppo di cittadini che hanno iniziato ad incalzare le istituzione attraverso la pagina Facebook ‘Riapriamo il Museo della Civiltà Romana’.

GLI INTERVENTI – Gli interventi del primo Lotto hanno previsto il risanamento di 4mila mq di superfici di copertura dell’edificio (su totali 10 mila mq) e il rifacimento dell’impiantistica. Lavori necessari per la messa a norma dell’edificio di piazza Giovanni Agnelli che si dovrebbero concludere nel mese di maggio. Successivamente si dovrà procedere ai collaudi e al rifacimento della galleria interna di collegamento. Questa ultima operazione, come spiegato dal M5s capitolino, è resa possibile grazie ad un emendamento al previsionale di bilancio del 2018 pari a 722mila euro. “I fondi disponibili risultano ad oggi totalmente impegnati e grazie ad un apprezzabile opera di coordinamento della Sovrintendenza Capitolina gli stessi sono stati ottimizzati in modo da coprire con i fondi disponibili una maggiore superficie da recuperare, rispetto alle stime previsionali”, ha aggiunto la consigliera Guadagno.

LA RIAPERTURA PARZIALE – Con la conclusione dei lavori e delle operazioni di collaudo, a quanto si apprende, si potrebbe procedere ad una perlomeno parziale riapertura del Museo. Il tutto, spiega la presidente Guadagno: “contestualmente all’avvio dei lavori relativi al secondo Lotto che potranno essere finanziati anche attraverso forme di mecenatismo culturale”.

Leonardo Mancini


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353