Home Notizie Cronaca Roma

Filobus Tor Pagnotta: in meno di un giorno i primi guasti

Dopo la conferenza stampa a Tor Pagnotta di ieri, già quattro filobus tornano al deposito in panne

SHARE

I PRIMI GUASTI – Nella mattinata di ieri la Sindaca Raggi, l’Assessora Meleo e i vertici di Atac hanno salutato con una conferenza stampa la partenza dei primi 15 filobus fermi da più di un anno nel deposito di Tor Pagnotta in attesa del completamento del Corridoio della Mobilità di via Laurentina. Purtroppo non sono passate nemmeno 24 ore quando i primi quattro filobus sono rimasti in panne nei pressi di Porta Pia e di via Nazionale. I guasti si sono riscontrati nella parte del tragitto non coperto dalla linea elettrica. Come riporta Repubblica una vettura avrebbe avuto problemi di surriscaldamento al motore, due hanno lamentato un disservizio della centralina e del sistema di chiusura delle porte mentre l’ultimo filobus avrebbe avuto un problema di dispersione di corrente.

LE PREOCCUPAZIONI DEI DIPENDENTI – Alcuni guasti sono giustificabili anche su mezzi nuovi, ma sono le preoccupazioni espresse nei giorni scorsi dai dipendenti Atac a far riflettere sull’opportunità, tutta mediatica, di presentare la partenza dei 15 filobus. Infatti il tratto elettrificato del percorso parte solamente a Porta Pia, mentre i filobus partiranno e rientreranno a Tor Pagnotta, circolando per un lungo tratto come normali bus di linea. È una lettera dei dipendenti, inviata anche alla Sindaca e pubblicata da Repubblica, a spiegare le difficoltà tecniche di questa operazione: “C’è improvvisazione operativa – scrivono i lavoratori – ci auguriamo di non assistere all’ennesimo flop”.

IL REFERENDUM DEI RADICALI – Intanto in questi giorni proseguirà la raccolta firme per il referendum consultivo ‘Mobilitiamo Roma’ per proporre la messa a gara del servizio di trasporto pubblico capitolino. I Radicali Italiani hanno già raccolto le prime 1000 firme, mentre una commissione avrebbe decretato l’ammissibilità del quesito. Ora mancano le circa trentamila firme necessarie per indire la consultazione popolare.

LeMa