Home Notizie Cronaca Roma

I lavoratori della Capitale occupano l’Aula

SHARE
AULA GIULIO CESARErid

L’azione simbolica durante la riunione dell’USB

OCCUPATA L’AULA – Questa mattina durante l’assemblea indetta dall’Usb sulla scalinata della sala della Protomoteca in Campidoglio, circa 100 dipendenti di Roma Capitale hanno fatto irruzione all’interno dell’Aula Giulio Cesare per protestare contro il contratto decentrato. Il blitz è avvenuto durante l’assemblea del lavoratori, convocata per difendere salario e qualità dei servizi pubblici. La riunione è poi proseguita sulle scale della Protomoteca “dopo che l’Amministrazione ha revocato l’utilizzo della sala per la riunione sindacale”, fa sapere il Sindacato in una nota. L’azione è stata definita un’occupazione simbolica in attesa di un incontro con il vicesindaco Nieri. Incontro che è stato promesso per il 14 gennaio prossimo per parlare del contratto decentrato e della nuova organizzazione delle maestre di nidi e materne comunali. 

LE SCUOLE DELLA CAPITALE – Intanto una nota dell’Assessorato alla Scuola fa sapere che, , a seguito delle riunioni sindacali annunciate nei giorni scorsi, non ci sono state particolari difficoltà nelle scuole dell’Infanzia e nei Nidi della Capitale: “Questa mattina non si sono registrate particolari criticità in merito all’erogazione dei servizi scolastici da parte delle strutture educative di Roma Capitale – recita la nota – Il servizio si è svolto regolarmente nella totalità delle scuole dell’infanzia e nel 95% degli asili nido comunali. Nel dettaglio, 5 nidi su 207 strutture su tutto il territorio non hanno accolto i bambini, mentre 6 li hanno accolti in proporzione agli educatori presenti”. 

LE REAZIONI – Il Capogruppo di Fi, Antonello Aurigemma, ha parlato di ‘ennesima pagina fallimentare’ per l’Amministrazione Capitolina “che continua a paralizzare la città e a non dialogare con le categorie, i suoi lavoratori e le parti sociali. Non vorremmo che quanto sta avvenendo con i vigili urbani, con le minacce di licenziamento verso alcuni agenti, possa essere ripetuto anche con le maestre delle scuole d’infanzia e con le altre categorie. Serve il dialogo, il confronto, ossia tutto quello che il primo cittadino e la sua giunta non hanno ancora dimostrato”. Le consigliere comunali di Sel, Gemma Azuni e Annamaria Cesaretti, hanno invece manifestato la loro vicinanza ai lavoratori e alle lavoratrici di Roma Capitale “che hanno occupato l’Aula Giulio Cesare per ribadire la loro contrarietà all’applicazione del contratto decentrato. Sollecitiamo che al più presto avvenga l’incontro richiesto dai dipendenti con il vice sindaco. Auspichiamo il ripristino di corrette relazioni sindacali, affinché si tutelino i diritti dei lavoratori e la qualità dei servizi pubblici”.

LM