Home Notizie Cronaca Roma

In Municipio VIII si torna a parlare degli ex Mercati Generali

Il cantiere è ancora fermo e sull’operazione urbanistica pesano ancora le indagini della magistratura, ma dal Municipio VIII si chiede un tavolo per sbloccare la situazione

SHARE

MUNICIPIO VIII – Il nuovo documento votato in Municipio VIII il 9 gennaio scorso punta a riaprire il confronto sul destino di questa importante area divenuta negli anni una ferita aperta nel tessuto cittadino. Immobilismo e cantieri fermi, degrado, occupazioni e sgomberi: è questa la storia recente degli ex Mercati Generali, area con una importante storia industriale e commerciale alle spalle e che ad oggi stenta ancora a decollare. Sono i due consiglieri del Pd in Municipio VIII, Antonella Melito e Flavio Conia, ad aver presentato un testo, votato con favore anche dai consiglieri del M5s all’opposizione in Municipio VIII, volto a riaccendere l’interesse e il dibatti su questo importante progetto.  “Abbiamo voluto riaprire il dibattito su Ex Mercati Generali, sui quali da anni le forze di centro sinistra si sono concentrate per la riconsegna di questi spazi alla città”, spiegano Melito e Conia.

L’ATTO VOTATO IN MUNICIPIO

Quello che viene richiesto nel documento è che la Giunta municipale si faccia promotrice presso la Sindaca Raggi e gli assessori Montuori e Meleo dell’apertura di un tavolo di lavoro per arrivare ad un crono-programma dei lavori, oltre a spingere sul concessionario per il rispetto della realizzazione delle opere pubbliche previste tra Ostiense e Garbatella. L’attenzione dei due consiglieri Dem è anche allo stimolo occupazionale, in passato la previsione di incentivi all’occupazione sul territorio di Ostiense era già stato richiamato come elemento centrale di questa iniziativa urbanistica e commerciale: “Non si possono dimenticare i benefici occupazionali che possono derivare dalla ripresa dei lavori nell’area – seguitano Melito e Conia – bisogna lavorare per un percorso condiviso e volto a rilanciare l’occupazione a supporto delle competenze e delle professionalità già presenti nel territorio del Municipio VIII”.

NECESSARIA LA COLLABORAZIONE

Il voto positivo di questo atto, che richiama alle loro responsabilità i vertici capitolini, è stato condiviso anche dai consiglieri municipali del M5s: “Ci riteniamo soddisfatti dell’approvazione dell’atto anche da parte del gruppo del M5s – concludono i due proponenti – segno di una collaborazione necessaria sul tema tra forze politiche. Ai cittadini bisognosi di risposte vogliamo poter offrire momenti di confronto sul progetto, tenendo alta l’attenzione sullo sviluppo dell’area. No al silenzio delle istituzioni competenti, sì ad un percorso fattivo di conoscenza di come si andrà a modificare l’area Ostiense”.

LeMa