Home Notizie Cronaca Roma

Incidente Boccea: continuano le ricerche

SHARE
bocceaautorainews

Arrivano le critiche sull’assenza del Sindaco, mentre si prepara il presidio di ‘Noi con Salvini’

DAL CAMPIDOGLIO – Questa mattina, su proposta del consigliere capitolino di Verso la lega dei popoli con Salvini, Marco Pomarici, l’Assemblea Capitolina ha osservato un minuto di silenzio in ricordo della donna filippina travolta ieri sera in prossimità della fermata Battisini. Inoltre dal Comune si apprende che le spese per i funerali della donna saranno a carico di Roma Capitale. È sempre il Campidoglio a spiegare che il Sindaco, al momento negli USA, “da ieri sera è in continuo contatto con Prefettura e forze dell’ordine ed è costantemente aggiornato sulla situazione, mentre il vicesindaco Luigi Nieri, delegato dal sindaco Marino, è impegnato in prima persona sugli sviluppi della vicenda e ieri sera ha visitato le persone coinvolte nell’incidente per accertarsi personalmente delle loro condizioni”.

LE RICERCHE – Continuano le ricerche per i due fuggiaschi. Al momento gli uomini della squadra mobile della Polizia stanno setacciando i campi nomadi, rafforzando anche la vigilanza per prevenire qualsiasi forma di rappresaglia. “Zingaro ladro assassino”, “Investiamo gli zingari per strada”. È questo infatti che si legge su due adesivi comparsi sul muretto della fermata metro Battistini, questa mattina. Ma anche il clima che si respira sui social network non è dei migliori. Molti i commenti degli utenti che incitano al linciaggio, oppure al ‘farsi giustizia da soli’.

IL PRESIDIO – Intanto alle 18.30 ci sarà un presidio di fronte alla Metro Battistini organizzato da ‘Noi con Salvini’: “Ci sarò per ribadire il no ai campi nomadi, luoghi simbolo dell’illegalità – ha scritto in una nota il consigliere Comunale Marco Pomarici – Marino e la sinistra hanno lasciato la città alla mercé di questi criminali che, in barba a qualunque regola di civiltà, trascorrono le giornate a compiere atti delinquenziali. Ci vogliono regole certe e pene severe. Le persone perbene di questa Città sono stanche delle azioni di queste delinquenti che, per me, meritano solo di marcire in galera”. Intanto il segretario leghista affida a Facebook il suo commento su quanto avvenuto a Roma nella serata di ieri: “Quando torneremo al governo – ha scritto Matteo Salvini – raderemo al suolo uno per uno tutti ‘sti maledetti Campi Rom, partendo da quelli abusivi”.

LE CRITICHE AL SINDACO – Non sono mancate le critiche al Sindaco Maino, al momento negli USA: “Adesso basta davvero – dichiara il consigliere capitolino Roberto Cantiani – Marino non affronta le criticità di Roma e se le affronta lo fa con iniziative di becera propaganda ideologica e buonista. Il primo cittadino non solo continua a non dimostrarsi all’altezza né di avanzare anche solo una idea di città, ma non c’è praticamente mai”. Per il capogruppo forzista in Regione, Antonella Aurigemma “È arrivato il momento di un sussulto d’orgoglio da parte del Pd e dello stesso Sindaco, che ha pensato bene di andare negli Stati Uniti. Tutto questo mentre Roma era in ginocchio per il maltempo, prima della tragedia di ieri sera. Marino torni in Italia, salga in campidoglio e presenti le sue dimissioni. Dimostri un minimo di onestà intellettuale e di senso di responsabilità – conclude – È ora di dire basta e di pronunciare la parola fine a questa pagina di governo, a dir poco vergognosa”. “Ora per cortesia i soliti noti ci risparmiassero lo stucchevole e falso ritornello del razzismo, qui i veri discriminati sono i cittadini, abbondonati a se stessi da un’amministrazione che ha perso il controllo della situazione – dichiarano Andrea De Priamo, Portavoce della Costituente Romana di FdI-AN e Federico Rocca responsabile romano enti locali – Nessuno sa più quanti campi ci siano e dove, quanti siano i rom e le loro generalità. La consapevolezza di poterla fare sempre franca e l’impunità di cui molti godono sono tra le motivazioni che hanno spinto il conducente della vettura a sfuggire al blocco della polizia e a investire quelle persone uccidendone una, altrimenti si sarebbe fermato e oggi non ci ritroveremmo qui a parlare di una tragedia”.

Le Ma

(Foto RaiNews)