Home Notizie Cronaca Roma

La Primavera di Roma arriva al Tuscolano

SHARE
LEO 0806

Da Falcognana a piazza Don Bosco: il Presidio e molte altre realtà si uniscono contro tutte le vertenze ambientali

CONTINUA – con la giornata del 9 novembre prossimo, l’impegno del Presidio No Discarica Divino Amore che, nella cornice di piazza Don Bosco nel quartiere Tuscolano, ha dato appuntamento ai cittadini e a tutte quelle realtà organizzate delle società civile che lottano contro la devastazione dei nostri territori. “ Noi ci appelliamo a tutti coloro che vogliono resistere di unirsi sabato 9 novembre alle 17 per difendere la democrazia –recita la nota del Presidio – Sarà la piazza della nuova resistenza innescata dal Presidio e dai movimenti fratelli”.

 

LA PRIMAVERA DI ROMA – continua quindi anche con l’approssimarsi dei primi veri freddi. E lo fa rilanciando gli stessi slogan e gli stessi obiettivi proposti da tutti quei cittadini che il 21 settembre scorso hanno partecipato alla grande manifestazione che ha attraversato le vie del centro: ““L’appuntamento di sabato prossimo al Tuscolano rappresenta la continuità di un’azione di ampio respiro che, attraverso la Costituente – organo informale fondato proprio in occasione del grande corteo – vuole, mobilitando una reale partecipazione dal basso, aprire lo sterile dibattito pubblico cittadino alle istanze dei territori e delle comunità in lotta” .

MOLTE LE REALTÁ – che hanno aderito all’iniziativa e molte ne verranno secondo il portavoce del Presidio Alessandro Lepidini: “La conferenza stampa ‘Quando una farfalla batte le ali’ di mercoledì 6 novembre ha l’iniziativa di Piazza Don Bosco illustrandone le finalità e l’organizzazione. Con l’iniziativa di sabato il Presidio, insieme a tutti i comitati di lotta, resta in prima linea contro tutte le devastazioni territoriali che costituiscono ancora una volta l’obiettivo strategico di tutte le azioni sin qui intraprese: basta devastazioni sulla nostra pelle, è la parola d’ordine per tutti”. „Nel corso della manifestazione, spiegano gli organizzatori, sono previste performance musicali, stand enogastronomici e punti informativi sui vari comitati territoriali e sulle loro lotte.

Leonardo Mancini

SHARE