Home Municipi Municipio IX

Lavori Viadotto della Magliana: nuovo slittamento al 1 dicembre

Slitta ancora il termine dei lavori per la messa in sicurezza dei guardrail, non diminuiscono i disagi per i cittadini

SHARE

LA PROROGA – Il termine dei lavori di manutenzione dei guardrail sul viadotto della Magliana subirà un nuovo slittamento. I tempi in questo caso saranno prolungati di alcuni giorni, dal 29 novembre (data originaria) all’alba del 1 dicembre, così come riportato da Muoversi a Roma. In questi ultimi mesi i disagi per gli automobilisti, costretti a lunghe code che hanno messo in ginocchio la mobilità dell’intero quadrante, non sono diminuiti. E anche oggi (28 novembre) non sono mancate le segnalazioni degli automobilisti che non hanno visto nessuna squadra al lavoro sul Viadotto per l’intera mattinata.

IL FATTORE METEO – Il 16 novembre scorso è stata l’Assessora Gatta, attraverso il suo profilo Facebook, ha parlare della complessità degli interventi, facendo già presagire la possibilità di un ulteriore slittamento: “Sul Viadotto della Magliana proseguono a ritmo serrato i lavori di rinnovo dei guardrail con quelli in linea con quanto previsto dalla normativa vigente. I guardrail versavano in cattive condizioni e per rimettere in sicurezza la viabilità erano necessari dei lavori di manutenzione – ha scritto l’assessora – Al momento sono già stati sostituiti i guardrail presenti nel tratto centrale, per i primi 200 metri, ed è stato demolito e rifatto il cordolo di bordo dell’impalcato. Questo genere di lavori richiede un certo tempo, e la conclusione è prevista per la fine di novembre, tempo meteo permettendo”.

I PRECEDENTI SLITTAMENTI – Gli interventi sono partiti il 23 agosto e si sono resi necessari per il ripristino delle barriere di sicurezza e della segnaletica sul Viadotto della Magliana. La chiusura dei lavori, in quel primo frangente, era stata prevista per il 15 settembre. La data è stata disattesa e naturalmente, con la riapertura delle scuole e il ritorno della Capitale alla “normalità”, i disagi per gli automobilisti sono aumentati. Una nuova scadenza aveva allungato gli interventi di circa un mese e mezzo, con chiusura per il 30 ottobre. Tuttavia nelle settimane precedenti a questa data non sono mancate le segnalazioni dei cittadini che denunciavano uno stato di avanzamento ancora lento, un numero esiguo di operatori al lavoro e la certezza che non si sarebbe rispettata neanche la data del 30 ottobre. Sono apparsi anche degli striscioni, come quello con su scritto: “4 mesi x 170 metri? Ostaggi della Raggi”. Così anche il 30 ottobre è arrivato e il cantiere era ancora in corso, con una nuova data di chiusura riportata sul cartello dei lavori: 6 novembre. Poi il 5 novembre è arrivata la dichiarazione dell’Assessora capitolina ai Lavori Pubblici, Margherita Gatta, rilasciata ai microfoni del TGR, che ha fatto slittare ulteriormente la chiusura al 29 novembre (quindi con una durata prevista per i lavori di 97 giorni, più del quadruplo rispetto alla prima previsione), e le motivazioni di questo slittamento sarebbero da ricercare nelle difficoltà degli interventi, nelle pessime condizioni atmosferiche e nelle necessità di sicurezza del cantiere.

LE CHIUSURE NOTTURNE – Intanto in questi ultimi giorni di cantiere sono state anche annunciate alcune chiusure notturne al traffico veicolare. È l’atac a riportare che “Dalle ore 22 alle ore 6 dei giorni martedì 27, mercoledì 28, giovedì 29 e venerdì 30 novembre per consentire i lavori di manutenzione straordinaria del viadotto della Magliana, nel tratto da via del Cappellaccio al Ponte della Magliana, viene chiusa al traffico veicolare la rampa di immissione al viadotto e via del Pattinaggio”. Di conseguenza saranno deviate le linee 31, 780 e quella di Collegamento M20.

Red