Home Notizie Cronaca Roma

Le Deleghe di Berdini nelle mani della Raggi

Dopo le dimissioni irrevocabili dell’Assessore, le deleghe all’Urbanistica e i Lavori Pubblici dovranno essere riassegnate

SHARE
paolo berdini repertorio

LE DIMISSIONI IRREVOCABILI – Nella serata di ieri Paolo Berdini si è definitivamente dimesso dalla carica di Assessore: “Era mia intenzione servire la città mettendo a disposizione competenze e idee. Prendo atto che sono venute a mancare tutte le condizioni per poter proseguire il mio lavoro – ha scritto Berdini in una nota – Ringrazio coloro che hanno collaborato con me e le tante persone che mi hanno sostenuto in questi mesi di duro impegno. Da questo momento le mie dimissioni sono irrevocabili”.

L’ULTIMO ATTACCO – Attraverso la nota in cui rassegna le dimissioni, l’urbanista non manca di dare un ultimo spintone all’Amministrazione Raggi: “Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l’emergenza abitativa, l’unica preoccupazione sembra essere lo Stadio della Roma. Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell’urbanistica contrattata, che come è noto, ha provocato immensi danni a Roma”.

L’ATTESA PER LE NUOVE NOMINE – In ogni caso la decisioni di Berdini, se ha avuto il merito di togliere la Sindaca da questo impasse, ha lasciato il Campidoglio con il problema della successione. Per rispettare la parità di genere ad entrare in Giunta dovrebbe essere una donna, inoltre, a quanto si apprende, le due deleghe affidate fino a ieri a Berdini, potrebbero essere divise.