Home Notizie Cronaca Roma

Mafia Capitale: domani seduta per la surroga dei consiglieri

SHARE
campidogliolontano

Avanti i primi dei non eletti, mentre si continua a parlare dell’ipotesi commissariamento

LA SEDUTA PER I NUOVI CONSIGLIERI – È prevista per domani alle 15 la seduta del Consiglio Comunale che procederà alla surroga dei consiglieri capitolini arrestato nell’ambito di quella che ormai è nota come Mafia Capitale 2. A prendere la parola, intervistata da Repubblica, è la presidente del Consiglio Capitolino Valeria Baglio, che parla di tre criticità su cui lavorare. In primis i gruppi consiliari, al momento 15 dei quali 4 sono in maggioranza. Sette gruppi sono formati da soltanto 1 consigliere: “Credo sarebbe il caso di vagliare la logica del Parlamento con un numero minimo di componenti per creare un gruppo autonomo e l’ipotesi del misto – ha detto Baglio – Sarebbe un risparmio anche economico oltre che logico”. Secondo elemento le commissioni, al momento 15, da ridurre perlomeno di un terzo. L’ultima criticità su cui intervenire per la consigliera Baglio è la trasparenza: “È sacrosanto che le sedute del consiglio siano pubbliche, ma in certe occasioni particolarmente affollate potremmo mettere gli schermi nella Sala del Carroccio e parallelamente ampliare la trasparenza mettendo in streaming anche le riunioni dei capigruppo e realizzando un archivio online di tutte le sedute che vengono trasmesse via Internet”.

IPOTESI COMMISSARIAMENTO – Intanto continua a far discutere l’ipotesi commissariamento, per la quale il Prefetto di Roma, Franco Gabrielli, avrebbe tempo fino al 30 luglio per valutare l’eventuale scioglimento per mafia del Campidoglio. È l’assessore alla Legalità, Alfonso Sabella, a spiegare le difficoltà sottese allo scioglimento del comune. Come riportato da Repubblica l’assessore ha dichiarato: “Ciò che è emerso dall’inchiesta di Mafia Capitale è che il principale marcio si annidava in parte nella politica ma, soprattutto, nella macchina amministrativa. E allora se mandi a casa la politica e tieni la macchina amministrativa cosa hai risolto? Dobbiamo fare una valutazione di carattere tecnico, e anche politico: un commissario oggi dovrebbe venire a sostituire 526 persone – ha detto – Stiamo parlando di 15 presidenti di municipi, di 25 consiglieri e 6 assessori per municipio, di 48 consiglieri comunali, di 12 assessori della Giunta e 1 sindaco. Tutto questo lavoro dovrebbe essere fatto da un commissariamento composto massimo da tre persone”.

IL CONSIGLIO SU MAFIA CAPITALE – Oltre alla seduta in cui si sostituiranno i consiglieri indagati è stato previsto anche un altro appuntamento per l’aula: un consiglio straordinario. La seduta, tutta concentrata sulla nuova inchiesta di Mafia Capitale, è stato annunciato dalla vicepresidente d’aula, Gemma Azuni: “Ne abbiamo parlato oggi in capigruppo e si farà perché è giusto dare l’informazione ai cittadini perchè credo sia utile che la cittadinanza sappia cosa sia successo veramente. Le responsabilità sono tante e appartengono a vari settori politici e amministrativi. Probabilmente si terrà un consiglio straordinario in settimana”.