Home Notizie Cronaca Roma

Maltempo: è pioggia di polemiche

SHARE
maltemposanpaoloRID

Molte critiche sulla gestione dell’emergenza e sull’assenza del Sindaco

ALLERTA METEO – È ancora allerta meteo sulla Capitale. Nella giornata di ieri dopo qualche preavviso dei giorni precedenti, è stato diramato l’avviso di codice rosso dalla Protezione Civile per le ingenti precipitazioni previste su Roma. Sono circa 40 i millimetri di pioggia caduti sulla Capitale da questa mattina: “Continua il lavoro delle squadre operative e dei volontari del Coc, il Centro operativo comunale, convocato dalle sera del 4 novembre alle 21 dalla Protezione Civile di Roma Capitale”. La nota diramata dal Capidoglio ha definito strategica la decisione, concertata con la Prefettura, di predisporre la chiusura delle scuole, visto che il periodo di massima piovosità è stato registrato in concomitanza con l’orario di aperture delle scuole. “La mobilità cittadina, dopo una fase di criticità nelle prime ore della mattinata, al momento risulta ristabilita in conformità a standard ordinari – seguitano dal Campidoglio – È stata riaperta la linea A della metropolitana in entrambi le direzioni dopo una chiusura temporanea nel tratto SubAugusta- Portafurba”. 

GLI INTERVENTI – Impressionanti i dati di queste prime ore di maltempo, con circa 200 interventi gestiti dalla Sala Operativa della Protezione Civile di Roma Capitale. In campo un totale di 800 persone e più di 50 associazioni di volontariato, 25 squadre composte dalla Direzione Protezione Civile e dal Servizio Giardini, 70 idrovore attive. 

PIOVONO LE POLEMICHE – Sulla gestione dell’emergenza maltempo, come in ogni occasione di questo tipo, non sono mancate le polemiche. Ad aprire la partita è l’ex Sindaco, Gianni Alemanno, che sottolinea l’assenza dell’attuale primo cittadino dalla Capitale: “Marino è venuto qui a Milano al congresso dell’Anci dove non svolge nessun ruolo specifico e, secondo il programma, soltanto domani alle 11 dovrebbe partecipare a una semplice tavola rotonda sulle città metropolitane”, afferma l’ex sindaco, aggiungendo che “non c’è nessuna notizia di una riunione, nella giornata di oggi, sulla ripartizione dei fondi per il dissesto idrogeologico a cui lui ha dichiarato di voler partecipare per giustificare la sua assenza da Roma. è sconcertante – aggiunge – che un sindaco non solo abbandoni la propria città ma si inventi alibi inesistenti per giustificare una simile fuga”. La replica arriva immediata dal minisindaco del Municipio XV, Daniele Torquati, che rassicura: “Roma sta fronteggiando bene l’allerta meteo. Esiste un Sala Operativa efficiente che ha sotto controllo tutta la città e interviene immediatamente sui punti più critici. Davanti a tutto questo risulta sconcertante l’attacco di Alemanno a Marino, lui un sindaco che ci ha lasciato in eredità tutte le situazioni drammatiche che stiamo fronteggiando”. Parla invece della credibilità del Sindaco e delle piogge del gennaio scorso, il Capogruppo capitolino di Fi, Giovanni Quarzo: “La credibilità di un Sindaco che non è a Roma in un a giornata come questa è meno di zero. Ricordiamo che la Capitale purtroppo è nelle stesse mani che governavano a gennaio scorso, quando un giorno di pioggia ha annegato la città. Con Marino è stato toccato il vertice minimo, e la cosa peggiore è che quando si pensa di aver visto tutto, ci stupisce ancora”.