Home Notizie Cronaca Roma

Minisindaci: al via petizione per decreto anti-prostituzione

SHARE

Parte dai Minisindaci della capitale una petizione a sostegno del DDL 1079 per l’introduzione del reato di prostituzione nei luoghi pubblici. Necessaria una normativa nazionale. A darne notizia un comunicato che pubblichiamo.

Minisindaci della capitale in campo contro la prostituzione. Si è aperta ieri all’Eur la campagna promossa da Bonelli, Calzetta, Vizzani e Giannini – presidenti dei municipi IV, XII, XIII e XVIII, per la raccolta di firme a sostegno del Disegno di Legge 1079, che introduce il reato di prostituzione nei luoghi pubblici e aperti al pubblico, con pene analoghe per chi, negli stessi posti, si avvale della prostituzione alimentandone il mercato. Associazioni e comitati di quartiere hanno aderito all’iniziativa, che proseguirà con successivi incontri con i cittadini nei territori interessati.
Sono intervenuti anche Sveva Belviso, Vicesindaco di Roma Capitale e Giorgio Ciardi, Delegato alla Sicurezza di Roma Capitale. Presente anche il Comandante del XII Gruppo della Polizia Municipale, Mario De Sclavis.

Il primo appuntamento è stato all’Eur, negli ultimi tre mesi interessato da un’ intensificazione dei controlli anti lucciole, sulla base di un piano promosso dal Sindaco Alemanno e dal Delegato alla Sicurezza Ciardi, insieme all’amministrazione municipale.

Dallo scorso gennaio a oggi, il Comando del XII Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale ha effettuato 527 controlli ed elevato oltre 50 multe per trasgressione dell’ordinanza antiprostituzione.
“Ultimamente sono state promosse diverse misure per arginare il fenomeno e i risultati cominciano a vedersi – racconta Paolo Lampariello, Presidente del Comitato Ripartiamo dall’Eur – ma soltanto una precisa normativa di riferimento può mettere le Forze dell’Ordine in condizioni di intervenire in modo efficace”.
Solamente nel corso dell’ultimo mese sono stati emessi 55 verbali.

“Nelle strade del quartiere maggiormente interessate dal fenomeno della prostituzione, nell’area del laghetto e all’altezza del fungo, abbiamo ripristinato il divieto di transito ai non residenti nelle ore notturne e proprio in questi giorni stiamo istallando la nuova segnaletica – spiega Pasquale Calzetta, Presidente del Municipio XII – Peraltro nelle ultime settimane abbiamo ulteriormente potenziato il programma di pattugliamento con interventi non solo in orario notturno, ma anche diurno. Giorno e notte, a rotazione, i Carabinieri della Compagnia Roma Eur, gli uomini del GSSU e del Comando del XII Gruppo della Polizia di Roma Capitale, presidiano le strade più critiche e effettuano verifiche. C’è una collaborazione anche con Eur S.p.a. che ha messo a disposizione auto di sorveglianza che vigilano nei parchi del quartiere. Adesso serve una normativa a livello nazionale che permetta di affrontare il problema in maniera risolutiva, non solo sul piano del disagio sociale, ma anche per contrastare lo sfruttamento ad opera di organizzazioni criminali”.