Home Notizie Cronaca Roma

Mostre ed eventi alla Casina di Raffaello

SHARE

Una panoramica delle attività previste alla Casina nel cuore di Villa Borghese

Alla Casina di Raffaello, all’interno di Villa Borghese, sono tante le mostre e gli eventi in programma. “La favola delle favole… parole in gioco” è l’iniziativa promossa dalla Casina di Raffaello con laboratori e appuntamenti per bambini, che possono cimentarsi così nella preparazione di spettacoli e nell’espressione della fantasia. Il frutto del loro lavoro darà un contributo creativo alla messa in scena delle favole. Domenica 16 gennaio ha aperto il laboratorio per gli allestimenti dello spettacolo “Il Principe Infelice”, tratto dall’omonima fiaba di Tommaso Landolfi. Un principe studia per sette anni chiuso in un castello sulle cui pareti è inciso tutto lo scibile umano. Ottiene un’insuperabile sapienza ma finisce poi per sprofondare nella più tetra malinconia. Una soluzione potrebbe esserci: sembra che in un luogo ai più sconosciuto, il Paese dei Sogni, c’è chi possa avere la cura per il principe infelice; tre principesse, cugine del ragazzo malato, si offrono per partire alla volta del misterioso paese ma solo una di loro riuscirà nell’impresa. Un modo divertente per sviluppare la fantasia e la creatività dei bambini giocando con le fiabe, il tutto all’interno di una struttura realizzata appositamente per loro nel cuore di Villa Borghese.

Dal 9 febbraio al 6 marzo 2011 sarà l’immaginario infantile  il tema della Mostra multimediale “Il Fischio Magico” di Elena Somarè, che mette il bambino come origine del processo di creazione e formazione artistica, proponendone il mondo onirico e la favola, il gioco e la musica come gli elementi alla base di tale processo formativo.  La mostra a carattere multimediale, vedrà l’esposizione di circa venti fotografie di grandi dimensioni scattate e poi elaborate dalla stessa Somarè al computer per trasferirle poi in una dimensione pittorica che ne enfatizza gli aspetti onirici e abeschi. Ad accompagnare la visione delle opere, come una vera e propria colonna sonora della mostra, la musica per fischio strumentale interpretata dall’artista.
Fino al 30 gennaio oltre cento opere, tra tavole originali, libri e menabò raccontano la natura senza l’uso delle parole grazie a una delle più importanti artiste dell’illustrazione italiana, Iela Mari,  la protagonista della mostra “IELA MARI. IL MONDO ATTRAVERSO UNA LENTE”. L’iniziativa, promossa in collaborazione con 2010 Bologna Children’s Book Fair e curata dall’Associazione Culturale Hamelin, ci farà entrare nel magico mondo di quest’artista che ha segnato il mondo dell’editoria, della grafica e del design con il suo stile innovativo e i suoi studi sulla comunicazione visiva diretta ai bambini. Un’artista che per oltre vent’anni ha realizzato libri senza parole, capaci di raccontare, con le sole figure, la natura e i suoi misteri utilizzando un linguaggio visivo chiaro ed essenziale. In mostra sarà possibile ammirare oltre cento opere tra tavole originali, libri, menabò e disegni per tessuti tratti dai lavori più noti come L’albero, L’uovo e la gallina o il Palloncino rosso. A differenza della precedente tappa alla Fiera del Libro di Bologna 2010, l’edizione romana presenta alcuni adattamenti dedicati ai più piccoli che consentiranno ai bambini di conoscere il lavoro di questa straordinaria artista giocando con alcuni dei suoi lavori. Una stanza sarà interamente dedicata agli “Animali nel prato”: accanto al disegno originale della Mari, i bambini avranno a disposizione tre pareti dove, attraverso plastiche adesive, potranno ricreare un prato con tutti gli animali che lo popolano. Infine, saranno in visione alcune vecchie edizioni ed edizioni straniere dei libri della Mari e sarà possibile effettuare laboratori didattici su alcuni dei titoli dell’artista come L’albero, il tondo o Il palloncino rosso.

Arianna Adamo