Home Notizie Cronaca Roma

Nasce il Grab, 44km ciclabili nella Capitale

SHARE
grab

Presentato il Grande raccordo anulare per le biciclette

IL GRAB – Un sogno per tanti ciclisti della Capitale: un anello ciclabile che in sicurezza possa attraversare i quartieri e le bellezze della città, oltre a fornire il tento cercato collegamento radiale ciclabile. Un progetto molto interessante potrebbe far diventare questo sogno una realtà. Parliamo del Grab ‘Grande raccordo anulare per le biciclette’, un percorso di 44 km presentato da Velolove in collaborazione con il Parco Regionale dell’Appia Antica e Legambiente. Il circuito pianeggiante si snoda lungo vie pedonali e ciclabili, parchi, aree verdi e argini fluviali (31,9 km, il 72,2% del tracciato). Altri 3,6 km si sviluppano su marciapiedi che possono facilmente accogliere una ciclabile. Un moderno Grand Tour che parte da una strada di 2300 anni fa, l’Appia Antica e arriva alle architetture contemporanee del MAXXI di Zaha Hadid e alla street art del Quadraro e di Torpignattara unendo tra loro Colosseo, Circo Massimo, Caracalla, San Pietro e Vaticano, Gnam, parchi e paesaggi agrari eccezionali e inaspettati (Caffarella e Acquedotti), ville storiche (Villa Ada, Villa Borghese, Villa Gordiani), i percorsi fluviali di Tevere, Aniene e Almone.

RESTITUIRE SPAZI URBANI – Per il sindaco, Ignazio Mario, questo progetto rappresenta ‘una grande opportunità per Roma’ “perfettamente in linea col lavoro di questa amministrazione: cambiare la mobilità urbana in modo sostenibile. Una greenway, la più lunga del mondo, che attraversa parchi, aree verdi e piste ciclabili e che porterà benefici all’ambiente e alla salute, migliorando la qualità dell’aria e quindi la vita dei cittadini – seguita il primo cittadino – Uno strumento in più che accogliamo con entusiasmo e che conferma come sia possibile ricucire le ciclabili già esistenti, per poi proseguire con i nuovi tracciati, così da restituire ai romani e alle romane spazi urbani da vivere in maniera sicura e all’insegna della sostenibilità”.

RICUCITURA URBANA – “È il tipo di ricucitura urbana che i cittadini di Roma, oltre-Gra e intra-Gra, chiedono a gran voce perché risponde al bisogno di mutamenti soft espresso in tutte le conferenze urbanistiche municipali – ha poi aggiunto l’assessore capitolino alla trasformazione Urbana, Giovanni Caudo – Abbiamo già dato ai proponenti la disponibilità a sostenere GRAB nel dialogo con i territori dei Municipi per farlo diventare ancora di più un progetto fortemente partecipato e che sperimenta anche a Roma un approccio alla pianificazione del tipo community-based”.

UNA PICCOLA GRANDE OPERA – “Il progetto ‘Grab’ è un vero e proprio raccordo del benessere e della qualità della vita, un argine allo smog e al traffico”. Aggiunge l’assessore a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione di Roma Capitale Paolo Masini a margine della conferenza stampa di presentazione del progetto di ciclovia urbana. “Questo progetto che stiamo realizzando con Legambiente è un fiore all’occhiello tra le nostre iniziative per favorire le attività sportive all’aria aperta, per diffondere lo sport di base e una più sana e corretta alimentazione, e si affiancherà ai percorsi ciclopedonali che nel corso del Giubileo porteranno romani e turisti alla scoperta di Roma – ha proseguito Masini – Una piccola grande opera verde che avvicina centro e periferia: coinvolgeremo le scuole dei quartieri attraversati dal ‘Grab’ per rendere questo progetto ancora più partecipato”.

LM

 

SHARE